Altra vittoria importantissima quella della Juventus nei confronti dell' Atalanta. La partita valida per la coppa Italia giocata mercoledì serà, si è conclusa per 3-2 (22' Dybala, 34' Mandzukic, 72' Konko, 75 Pjanic (r), 81' Latte). Una partita molto divertente quella allo Juventus Stadium, dove comunque mister Allegri si è lamentato con i propri giocatori per il goal subiti. Questa vittoria comunque rappresenta la 27esima consecutiva davanti il proprio pubblico, ciò ha consetito alla vecchia signora, di superare ancora una volta un record.

Probabile formazione contro la Fiorentina

Adesso per la Juventus c'è da pensare alla sfida contro la Fiorentina, che si disputerà domenia alle 20:45 all' Artemio Franchi. Ecco la probabile formazione che potrebbe schierare il mister bianconero: Si prevede il 3-5-2 con Buffon che dopo l'assenza contro l'Atalanta ritornerà titolare, mentre il muro bianconero potrà essere composto finalmente dalla BBC: Barzagli, Bonucci, Chellini. Sulla fascia destra a causa della assenza di Lichtsteiner (squalificato) dovrebbe giocare Cuadrado ma non è da escludere l'utilizzo di Sturaro (in questo caso si può passare al 4-3-1-2). Sulla fascia sinistra sarà presenta ancora un volta Asamoah, ma si vedrà finalmente in panchina Alex Sandro.

Al centro ci saranno: Marchisio, Khedira, Pjanic. In attacco sarà presente la coppia argentina, ovvero Dybala, Higuain, quindi l'attaccante croato Mandzukic ritornerà in panchina insieme a Pjaca.

Ufficialità di Caldara

Dopo l'ufficialità arrivata nelle settimane scorse del centrocampista venezuelano Rincon, la Juventus ha ufficializzato l'arrivo di Mattia Caldara (22 anni), operazione che è venuta a costare 15 milioni più 6 di bonus se si vengono raggiunte alcune condizioni.

Il giovane difensore italiano però resterà nel suo attuale club, l'Atalanta, e approderà alla Juventus solo tra due stagioni, nel 2018. Questa operazione appena conclusa dalla vecchia signora fa capire come abbia l'obiettivo di rinnovare il reparto difensivo con giovani italiani, pronti a rimpiazzare i giocatori ormai ultra 30enni.