Quando Suning, ai primi di Gennaio, aveva chiuso per l'Inter una partnership con TCL Corporation, multinazionale cinese dell’elettronica specializzata nella produzione di televisori, la circostanza era stata utilizzata da molti commentatori contro l'operazione del closing del Milan con Sino Europe. La tesi era più o meno questa: TCL Corporation avrebbe dovuto essere nella cordata rossonera, invece chiude accordi con l'Inter.

Per la parte di opinione pubblica critica nei confronti della cessione del Milan da parte di Silvio Berlusconi, era una sorta di prova del nove della labilità dell'operazione rossonera. A maggior ragione quando il presidente di TCL, Li Dongsheng, aveva fatto visita alla sede di Suning, per varare una partnership anche sul piano pubblicitario.

Dopo il closing, probabilissimo accordo TCL anche con il Milan

Fino al 3 Agosto 2016, TCL Corporation faceva in effetti parte della cordata cinese assemblata da Sal Galatioto e Nicholas Gancikoff per l'acquisizione del Milan.

Il colosso cinese è poi uscito dal lotto, quando Yonghong Li ha prima tirato e poi ripreso saldamente in mano le fila dell'operazione, firmando direttamente lui il preliminare con Fininvest reso noto il 5 Agosto dalla holding della famiglia Berlusconi. Rispetto a Sino Europe Sports che sta per acquisire il Milan, TCL non fa parte della cordata ma i rapporti sono buoni tanto che si ipotizza in questi giorni che, a closing avvenuto, la multinazionale dei televisori made in China possa sottoscrivere con il Milan più o meno lo stesso tipo di accordo stipulato con l'Inter.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Milan

Huarong nome forte del futuro del Milan

Chi invece resiste e persiste, anche dopo il cambio della cordata, anche nell'imminenza del closing e della presentazione della nuova dirigenza è China Huarong Asset Management, uno dei gruppi finanziari pubblici più importanti in Cina, la 348' compagnia più grande al mondo. Sempre in ottica derby cinese con l'Inter, il gruppo Suning, ad esempio, è il 980esimo.

In vista dei giorni caldi del 3 e del 4 Marzo, Sino Europe punta molto sul collettivo della cordata, ma Huarong resta una punta di diamante e ricopre un ruolo cruciale nella lista degli investitori che la stessa SES e Fininvest stanno vagliando in questi giorni. Huarong quindi non solo come finanziatore o in quanto garante come accaduto nel caso della seconda caparra da 100 milioni dello scorso mese di Dicembre, ma come uno degli acquirenti veri e propri del Milan.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto