Ogni anno si accende sempre il solito tormentone: Samir handanovic va o resta? Il portierone sloveno sogna di giocare la Champions League e, pur avendo rinnovato il contratto solo la scorsa stagione, potrebbe lasciare a giugno qualora l'Inter non dovesse riuscire a piazzarsi tra i primi tre posti (ed in quest'ottica assume un valore ancora più importante il big match di domenica contro la Roma).

Le possibilità di vedere Handanovic lontano da Milano aumentano se si tiene conto che lo sloveno ha cambiato agente, abbandonando Federico Pastorello e affidandosi a Fali Ramadani, stesso agente dell'attaccante montenegrino, Stevan Jovetic, e autore di dichiarazioni poco felici nei confronti della società nerazzurra e, in particolar modo, nei confronti di Stefano Pioli a dicembre, accusandolo di non fare lui la formazione, reo di non schierare il proprio assistito.

Su Handanovic c'è il forte interesse del Manchester City, che ha grave penuria di talento tra i pali vista la bocciatura di Bravo, che ha costretto Pep Guardiola ad affidarsi al trentaseienne Caballero nel match di Champions League contro il Monaco.

Le alternative

Il club nerazzurro per non farsi trovare impreparato sta già studiando le possibili alternative per non far rimpiangere un eventuale partenza di Handanovic.

Il primo nome sul taccuino del direttore sportivo, Piero Ausilio, è quello del portiere sloveno dell'Atletico Madrid, Jan Oblak, considerato tra i migliori interpreti del ruolo e classe 1993. La seconda alternativa risponde al nome di Bernd Leno, portiere tedesco del Bayer Leverkusen classe 1992.

Entrambi i portieri sono ottimi anche in prospettiva futura vista la giovane età ed hanno una quotazione intorno ai 15-20 milioni di euro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

L'Inter avrebbe anche pensato ad una soluzione italiana che risponde al nome di Mattia Perin, ma il portiere del Genoa non convince a pieno visto che ha subito il secondo infortunio al ginocchio per due anni consecutivi e ciò potrebbe influire sull'integrità fisica del calciatore.

Una cosa è certa: l'Inter non si farà trovare impreparata nel caso in cui Handanovic dovesse chiedere la cessione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto