Gigio Donnarumma è già della Juventus. È quanto afferma il grande ex portiere della Juve, Stefano Tacconi. Ha disputato 254 partite con la maglia bianconera, ed in una recente intervista, probabilmente messo già a conoscenza di qualcosa, ha affermato che Gigio Donnarumma è già della Juventus. Il bacio ad una maglia non conta nulla. Ci sono stati in passato episodi simili, oppure dichiarazioni di matrimoni fra giocatori e società, ma poi chi comanda è il denaro. Sarebbe addirittura a rischio un rinnovo di contratto per Totti alla Roma, figuriamoci per un ragazzo all'inizio della carriera come Donnarumma.

Considerando anche il fatto che Gigio ha come procuratore il super Mino Raiola, che certamente è un ottimo mercante e non sta lì a piagnucolare sugli affetti e sui baci alle maglie. Vedi per ultime le ormai paradossali ed innumerevoli dichiarazioni di Zlatan Ibrahimovic, che ha dichiarato tante volte amore per una maglia, e successivamente è approdato ad altre squadre.

Le ultime relative ad un eventuale approdo, o così sembra essere, al Napoli, che ha scatenato l'enfasi dei tifosi napoletani. Il procuratore di Ibrahimovic si chiama Mino Raiola. Certo sicuramente Donnarumma firmerà il rinnovo del contratto, ma questo non conterà assolutamente nulla. Anche perché la continua favola della cessione non cessione del Milan non lascia sperare molto bene per un portiere diciottenne che viene corteggiato non solo in Italia.

Vedi per ultimo il Real Madrid.

Berlusconi vorrebbe blindare Donnarumma

Il portiere originario di Castellammare di Stabia, infatti, potrebbe restare al Milan, forse grazie ai soldi dei cinesi. Ma il problema continua ad essere il continuo rimandare del closing della cessione del Milan. E questo potrebbe innescare un meccanismo in cui Raiola potrebbe decidere di far fare le valigie a Donnarumma.

Berlusconi aspetterà ormai fino al 7 aprile per ricevere i famosi 100 milioni dai cinesi. Ma il problema potrebbe essere proprio questo. Se quei 100 milioni non arrivassero?. Allora Donnarumma e Raiola approderebbero altrove...altro che bacio alla maglia.