Il capitolo Juve-Milan si è chiuso con una sfilza di ammonizioni per i rossoneri: il match si era concluso in gran polemica per un rigore assegnato alla Juventus allo scadere dei minuti di recupero, decidendo così la vittoria della squadra di casa per 2-1. Il Milan, che era riuscito in una mezza impresa mantenendo il pareggio fino all'ultimo, ha manifestato il suo disappunto in campo e successivamente negli spogliatoi: anche il presidente Galliani non è riuscito a trattenersi e si è precipitato sul terreno di gioco per protestare al fianco della sua squadra. Si temeva una pesante squalifica per bacca, che invece salterà solo un turno.

Bacca salta la sfida contro il Genoa, al suo posto Lapadula

Respiro di sollievo in casa Milan: secondo il responso annunciato dal Giudice Sportivo, l'attaccante rossonero Carlos Bacca sarà squalificato per una sola giornata perché 'al termine della gara si sarebbe lasciato andare a proteste plateali nei confronti di un addizionale, avvicinandosi a quest'ultimo con fare aggressivo'. Montella ci aveva visto giusto, allontanandolo immediatamente ed evitandogli così una punizione assai peggiore. Per la prossima gara in campionato contro il Genoa, Bacca verrà sostituito da Lapadula, che dal canto suo freme per tornare in campo.

Emergenza in casa Milan: un turno di squalifica anche per Sosa e Romagnoli

Sosa dovrà scontare un turno di squalifica per doppia ammonizione, Romagnoli salterà a sua volta una giornata perché, già diffidato, è stato ammonito per proteste contro gli ufficiali di gara in occasione della partita Juve-Milan.

Ammonizione anche per Galliani e ammenda per la società

Nemmeno Galliani scampa ai provvedimenti del Giudice Sportivo, il presidente rossonero è stato ammonito con diffida a causa di alcune affermazioni offensive rivolte ai tesserati juventini al termine della gara, in prossimità degli spogliatoi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Genoa

Ma non è finita qui in quanto il Milan dovrà pagare un'ammenda di 5mila euro per non aver impedito l'ingresso in campo di un dirigente non presente nella distinta di gara.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto