Mario Donatelli è pronto a prendere per mano il Genoa, in sinergia con il nuovo allenatore Andrea Mandorlini e la società. Il direttore sportivo dei rossoblu, tornato al grifone a cinque anni di distanza dall'ultima lunga esperienza nelle giovanili, punta ad avere un ruolo da protagonista nell'organigramma societario.

Al Genoa serviva un d.s.

"Se il Genoa ha deciso di chiamarmi significa che serviva una figura di direttore sportivo - le sue prime parole in una intervista rilasciata a Telenord, durante la trasmissione We Are Genoa - Per me è un onore tornare in questa società dove ho avuto modo di lavorare tanti anni e dove ho lasciato parte del mio cuore".

Al suo ritorno al Genoa non ha potuto fare a meno di notare le condizioni critiche della squadra, sia dal punto di vista fisico che mentale. Una frecciata forse non troppo velata per il precedente allenatore Ivan Juric: "Quello che abbiamo trovato era una squadra malata metalmente, ma anche nelle gambe. Andrea Mandorlini ha grande esperienza avendo fatto tutti i campionati, con il Bologna ha dato equilibrio cercando di coprirsi".

Secondo Donatelli il Genoa era entrato in un tunnel molto pericoloso: "Quando il cervello non risponde più, diventa tutto molto più complicato. Soprattutto tra i giovani". Contro i felsinei le cose sono andate diversamente: "Si andava a folate, prima si attaccava poi la paura prendeva il sopravvento, poi si reagiva ancora. Questo porta felicità".

Pandev sanzionato, Ntcham e Lamanna da incoraggiare

Il comportamento di Pandev, nervoso durante il riscaldamento per le sostituzioni, non è passato inosservato e Donatelli ha annunciato provvedimenti: "Ha sbagliato, lo sa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Genoa

Ci sono state delle conseguenze per lui". Il nuovo d.s. rossoblu sembra aver le idee molto chiare sul da farsi e chiede ai tifosi di sostenere tutti i giocatori, in particolar modo Lamanna e Ntcham: "Ha avuto un momento difficile, bisogna stargli vicino perchè il suo ruolo è delicato. Ntcham ha grande futuro, il suo gol vale come una vittoria".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto