A Nyon si è appena concluso il sorteggio per i quarti di finale di Champions League. Tra le otto restanti c'era anche la Juventus, l'unica italiana ancora in gioco nelle coppe europee. I bianconeri non hanno avuto molta fortuna, l'avversario di turno sarà il Barcellona. L'andata si giocherà a Torino l'11 o il 12 Aprile, mentre il ritorno si terrà il 18 o 19 Aprile al Camp Nou. Per la Juventus un sorteggio molto sfortunato, dato che ha pescato la squadra (probabilmente) più forte del mondo e che agli ottavi ha eliminato Il Psg, ribaltando clamorosamente lo 0-4 dell'andata.

Le altre sfide ai quarti sono: Atletico Madrid-Leicester, Borussia Dormund-Monaco, Bayern Monaco-Real Madrid.

Il cammino della Juventus in Champions League fino ad ora

La squadra bianconera è giunta sino ai quarti di Campions League senza particolari patemi. Inserita nel girone con Siviglia, Lione e Dinamo Zagabria, la Juventus si è qualificata come prima grazie ai 14 punti conquistati. La prima partita in assoluta di questa Champions League è stata giocata a Torino contro il Siviglia, con i bianconeri che non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0. Nelle successive partite, la Juve ha ottenuto sei punti contro la Dinamo Zagabria, quattro contro il Lione e tre nel ritorno della sfida con il Siviglia.

Il sorteggio degli ottavi ha messo di fronte il Porto, squadra insidiosa che solo pochi mesi fa è stata in grado di vincere per tre reti a zero contro la Roma di Spalletti. Ma con la Juventus è tutta un'altra storia. I bianconeri vincono abbastanza agevolmente sia l'andata ad Oporto (0-2 il finale), sia il ritorno in casa (1-0).

La Juventus si presenta ai quarti di finale di Champions League con la migliore difesa del torneo (soltanto due goal subiti da Buffon) e la consapevolezza di essere una delle favorite per la vittoria finale.

Insidie e vantaggi nella sfida con il Barcellona

Sorteggio a dir complicato per la Juventus di Allegri. Il Barcellona, anche se non sta vivendo la sua migliore stagione, rimane la squadra più forte del mondo.

Il trio Messi-Neymar Suarez fa paura soltanto a leggere i nomi. Inoltre, il fato ha voluto che l'andata si giochi a Torino, dando un leggero vantaggio all'avversario che potranno contare sul supporto del proprio pubblico al ritorno, quando probabilmente si deciderà l'esito della doppia sfida. Un piccolo vantaggio è dato dall'assenza nella partita di andata di Busquets, perno del centrocampo blaugrana. Bisogna considerare, infine, il fatto che il Barcellona è in piena lotta per la conquista della Liga, e potrebbe accusare le fatiche del "dover sempre vincere", mentre la Juve ha un vantaggio rassicurante sulla seconda in classifica.