In casa Inter il momento non è dei migliori, anzi si avvicina molto al periodo nero attraversato durante la gestione De Boer. I nerazzurri nelle ultime cinque partite hanno collezionato solo due punti, con i pareggi contro Torino e Milan e le sconfitte subite contro Sampdoria, Crotone e Fiorentina.

Pubblicità
Pubblicità

In particolar modo la brutta sconfitta di domenica ha rappresentato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Subire quattro gol nel giro di venti minuti non è da squadra che fino ad un mese fa ambiva a lottare per un posto in Champions League, e la sensazione che i calciatori abbiano staccato la spina l'hanno avuta un po' tutti, soprattutto la società che, al termine del match del Franchi, ha avuto un duro faccia a faccia con i giocatori con il direttore sportivo, Piero Ausilio, che ha espressamente chiesto di tirare fuori gli attributi.

Inter, società infuriata con i calciatori
Inter, società infuriata con i calciatori

In estate Suning attuerà una vera e propria rivoluzione, sia a livello dirigenziale, dove si vocifera del possibile ritorno a Milano dell'attuale team manager della nazionale italiana, Gabriele Oriali, sia a livello tecnico, con buona parte della rosa che subirà un radicale cambiamento. Intanto, però, bisogna salvare la stagione e cercare di ottenere il massimo possibile dalle ultime cinque partite, partendo dalla sfida di domenica sera contro il Napoli allo stadio San Siro.

Pubblicità

Società infuriata

Intanto la società nerazzurra sarebbe infuriata in particolar modo con due calciatori della rosa: il difensore brasiliano, Joao Miranda, ed il trequartista argentino, Ever Banega. A scriverlo è Tuttosport. Il motivo è legato alla condizione sia fisica che mentale con cui i due calciatori sono tornati dagli impegni con le rispettive nazionali. Il brasiliano, infatti, da dopo la sosta sta avendo un rendimento nettamente inferiore rispetto a quello avuto fino alla gara con l'Atalanta, tanto che si comincia a vociferare di una possibile cessione a giugno.

L'Inter, infatti, non è convinta di puntare su di lui per la prossima stagione e per questo, oltre al possibile approdo di Kostas Manolas dalla Roma, è possibile un assalto al difensore olandese della Lazio, Stephan De Vrij. Il calciatore ha il contratto in scadenza nel 2018 e non è intenzionato a rinnovare il proprio accordo con il club biancoceleste per questo potrebbe essere ceduto per una cifra tra i venti ed i venticinque milioni di euro, nonostante il patron Claudio Lotito quest'estate chiedesse trentacinque milioni di euro per il cartellino dell'olandese.

Pubblicità

Leggi tutto