L'impressione è che bruci un bel pò, specialmente se ti chiami Barcellona. Essere eliminati ai Quarti di finale di Champions non deve essere stato bellissimo per una squadra che ha dominato, negli ultimi anni, i palcoscenici europei. La conferma arriva direttamente da Ivan rakitic, centrocampista blaugrana, che al Mundo Deportivo è tornato a parlare della coppa dalle grandi orecchie.

Dalla Croazia con livore

"Non ho visto le partite delle semifinali, ho preferito stare in famiglia, a casa mia e giocare con le mie figlie".

Pubblicità
Pubblicità

Il croato snobba così Juve e Real Madrid, rivali per un motivo o per un altro. "Ho visto solo le azioni salienti, i riassunti e i risultati. Non avevo grande voglia di vedere le partite perché penso che al posto della Juventus dovevamo esserci noi". Stoccata da schermidore consumato...

Rakitic poi rincara la dose: "Il calcio non sempre ti da quello che ti meriti, non abbiamo fatto tutto nel migliore modo possibile, quindi preferisco stare con la mia famiglia".

Pubblicità

Poi, l'ammissione: "La verità mi trasmette rabbia".

Sarebbe curioso avere la possibilità di intervistare Rakitic, magari qui in Italia, per capire cosa intende con la parola "meriti". Già, perché in tutta onestà fatichiamo a capire dove e come il Barcellona abbia meritato nella doppia sfida alla Juventus...

Orgoglio Blaugrana

Nazionalismi a parte, le dichiarazioni di Rakitic trovano motivo nell'orgoglio che solo una grande mentalità vincente come quella del Barcellona può fortemente radicare.

Calciatori del genere, di questa caratura, abituati non solo a vincere, ma a pensare costantemente alla vittoria come unico risultato, subiscono nella sconfitta dei contraccolpi psicologici non indifferenti. E' uno dei motivi che sono alla base, poi, dei riscatti immediatamente successivi. E difatti, il croato termina così la sua intervista: "Dall'anno prossimo dovremo lavorare ancora di più per esserci noi lì", dove per lì si intendono le semifinali, ovviamente.

Ciò detto, in semifinale ci è andata la Juventus, con pieno merito. Ed è molto probabile che i bianconeri vadano ancora oltre. Chissà per chi farà il tifo Rakitic, in una possibile finale tra Real e Juventus...

Il Barcellona, tuttavia, resta concentrato sugli altri due obiettivi stagionali, comunque di grandissimo rispetto. In campionato i catalani sono appaiati in vetta al Real, che ha però una partita in meno.

Pubblicità

In Copa del Rey, la finalissima sarà Barça-Alaves.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto