I giornali ne avevano già scritto, le squadre lo sapevano, i tifosi ne parlavano. Era nell'aria da un po', ma ora che il campionato di quest'anno sta per concludersi, non ci sono più dubbi: accadrà. Complice la nuova SuperChampions, che garantirà un premio di tre miliardi, l'Italia avrà le prime quattro squadre classificate in Champions League, squadre che saranno disposte a sacrificare il campionato nazionale in virtù di questa competizione che profuma di soldi più che di gloria.

Pubblicità
Pubblicità

Altre tre società poi competeranno in Europa League. Così per le pay tv ci sarà ulteriore materiale: avranno da offrire, per quel che concerne la Serie A, dieci match alla settimana in dieci orari diversi, come per La Liga spagnola, mentre Ligue 1 francese e Premier League inglese conservano maggiore omogeneità.

Come funziona il Calcio Spezzatino

Le partite di Coppa si disputano in un weekend lungo.

Pubblicità

L'orario delle 20,45 del venerdì è dedicato a chi il martedì va in trasferta in Champions League (le squadre impegnate in competizioni oltreconfine possono anticipare la propria sfida di Serie A). Il sabato invece giocano le altre tre della Champions, rispettivamente alle ore 15, alle ore 18, e alle ore 20,45, mentre di domenica si scende in campo a mezzogiorno e mezzo, alle 15, e alle 20,45. Dopodiché è il turno del lunedì sera.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Champions League

Anche il mercato cinese, che ormai ha una discreta parte negli affari calcistici italiani (vedi Inter e Milan), giova di questa flessibilità e ci mette il carico da undici con ad esempio l'anticipo al primo pomeriggio del sabato.

Ma il peggio deve ancora venire. La Lega sta infatti lavorando ad un palinsesto completamente frammentato: le giornate delle prossime stagioni inizierebbero, si, la sera del venerdì per concludersi con il monday night, ma ci sarebbero ben dieci appuntamenti diversi (otto tra sabato e domenica, partendo dalle 12,30).

Questo significa palesemente che la domenica non sarà più quel famoso Any Given Sunday da sempre amato dagli appassionati e i tifosi italiani tutti, ma solo una parte di quello "spezzatino" utile al business della Lega Calcio e delle televisioni (sia free che pay, nazionali e non).

Il modello (ancora una volta) tedesco

Mentre noi salutiamo la tradizione, la Bundesliga conserva la sua con solo due posticipi di domenica e un anticipo di venerdì.

Pubblicità

Per il resto, si concentra tutto nel pomeriggio del sabato. Questione di spread?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto