Il Crotone perde la sua imbattibilità dopo sette turni di campionato che hanno fatto registrare cinque vittorie e due pareggi. La resa arriva in casa della Juventus che, con un secco 3-0, fa sua la gara e il sesto titolo italiano consecutivo. Una vittoria che non intacca le chance salvezza della compagine calabrese che a novanta minuti dalla fine continua a sognare il sorpasso in vista del traguardo. Una gara che vedrà il Crotone ospitare allo Stadio Comunale "Ezio Scida" la Lazio già sicura dell'accesso in Europa League, recentemente sconfitta nella finale di Coppa Italia proprio dalla squadra bianconera.

A contendere l'obiettivo sarà l'Empoli, uscito sconfitto dalla gara interna contro l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, una squadra giovane e ricca di talenti.

Crotone o Empoli

La contemporanea affermazione del Genoa dell'ex Ivan Juric contro il Torino ha escluso una delle tre contendenti alla corsa salvezza. Una situazione che si è fatta difficile in casa dell'Empoli che, con undici lunghezze, aveva già dato per scontato il raggiungimento della salvezza. Adesso però rischia seriamente di soccombere nella trasferta dello Stadio "Barbera" in casa del Palermo, che ha una formazione che, nelle ultime giornate, è riuscita a fare sue sfide importanti come quella contro la Fiorentina. Una gara sicuramente più abbordabile rispetto a quella che il Crotone disputerà contro la Lazio ma che non è cosi scontata come molti immaginano.

La storia si ripete

Una storia che si ripete quella del Palermo e delle contendenti alla salvezza: già nel precedente campionato, il Verona svolse il ruolo di arbitro nella retrocessione del Carpi a favore proprio del Palermo. In quella occasione il Verona, privo di obiettivi e già in cadetteria, non oppose resistenza spezzando nell'ultima giornata il sogno della squadra del tecnico Castori.

Una situazione molto simile ma in un contesto differente, visto che in quella occasione il Palermo ci arrivava in netta ripresa. Uno scenario che non sembra trasparire nell'Empoli che anzi, in questo finale, sta cercando di tenersi con le unghie all'ultimo posto utile alla salvezza. Il Crotone, che veniva dato spacciato, ha mantenuto aperto il campionato nei bassifondi.

Una salvezza miracolosa che, se raggiunta, sarebbe un premio all'orgoglio e alla tenacia dimostrata da un gruppo alla prima apparizione che ha saputo superare senza mollare una stagione costellata da mille difficoltà.