Doveva essere l'anno della consacrazione del talento di Campofranco e così è stato. Una stagione vissuta da vero leader e protagonista indiscusso per Francesco Nicastro che ha deliziato e incantato la platea del "Curi" sfornando gol e assist importanti con la maglia biancorossa e che hanno di fatto proiettato il Perugia fino alla semifinale per un posto in Serie A, poi svanita con la cocente eliminazione contro il Benevento. Uno dei gol più belli, ma anche la rete tra quelle più veloci del campionato cadetto della stagione 2016/2017 portano entrambe la firma dell'attaccante nisseno.

Ancora e chissà per quanto tempo, negli occhi dei tifosi permane lo splendido gol di tacco nel derby vinto di misura (1-0) contro al Ternana e il gol lampo contro il Benevento dopo soli 26 secondi dal fischio d'inizio.

Nel bel mezzo nove reti totali e quattro splendidi assist alla sua prima stagione tra i "cadetti". Non si poteva davvero chiedere di meglio per un ragazzo che nella stagioni precedenti aveva fatto tanta gavetta con grande umiltà con le casacche di Rimini, Pisa e Juve Stabia, tanto per citarne alcune. Tant'è che diversi addetti ai lavori impressionati dall'exploit del classe 1991, non hanno potuto fare a meno di andarlo a visionare e le prime a metter gli occhi concretamente su di lui sono state due squadre della massima serie, vale a dire Cagliari e Sassuolo che stanno cercando di concludere una trattativa che, ad oggi, risulta un po' complessa.

C'è, difatti, da sciogliere il nodo Perugia, in quanto il giocatore arrivato nella stagione appena conclusa è in prestito con diritto di riscatto e controriscatto a favore del Pescara, squadra abbruzzese che ne detiene il cartellino. Pertanto, una volta che verrà stabilita la proprietà del bomber Nicastro, si potranno vagliare le altre destinazioni non dando per scontato che non entri più nei piani del Pescara che avrà l'ultima parola.

Cagliari e Sassuolo sulle tracce di Ciccio Nicastro

Dicevamo diverse squadre sono interessate a lui. A gennaio era vivo l'interesse di Chievo ed Empoli poi sopito con il passar dei mesi. Poi, a giugno a sorpresa sono risalite le quotazioni di altre due compagini della nostra massima serie come Cagliari e Sassuolo che hanno manifestato un interesse per aggiudicarsi le prestazioni del calciatore.

In pole, per ora, sembra esserci il Sassuolo del presidente Squinzi che con l'avvento quasi certo in panchina di mister Bucchi (manca solo l'ufficializzazione), ex Perugia e mentore di Nicastro che l'ha voluto fortemente con sé nell'ultima positiva stagione in forza al Grifo potrebbe far pendere l'ago della bilancia proprio a favore della squadra neroverde che andrebbe a sanare la partenza di Politano ambito da altri club.

Il bomber nisseno rappresenterebbe un innesto prezioso per il prossimo allenatore del Sassuolo che così non andrebbe a snaturare l'impianto offensivo della squadra emiliana. Entro fine mese ne sapremo di più, ma il salto di categoria per l'attaccante campofranchese pare, ormai, cosa fatta e qualunque sia la squadra siamo certi che Nicastro saprà farsi valere eccome.

L'asticella si alza sempre di più e l'attaccante che può giocare sia da esterno che da prima punta non intende fermarsi proprio sul più bello.