La Nazionale italiana Under 20 saluta il mondiale di categoria che si sta disputando in Corea del Sud cedendo il passo all’Inghilterra. La squadra di Evani perde 3-1 nella semifinale di Joeonju dopo essere stata avanti per 60 minuti grazie al gol di Orsolini, arrivato dopo appena 120 secondi di gioco.

Gli azzurrini hanno risentito delle fatiche affrontate nei quarti contro lo Zambia, partita epica, vinta ai supplementari per 3-2, dopo 80 minuti di inferiorità numerica.

Pubblicità
Pubblicità

La sconfitta di oggi matura infatti nella ripresa, con l’Inghilterra che alza i ritmi nella ripresa e gli azzurri che lentamente di spengono, subendo tre reti in 22 minuti.

Un primo tempo positivo, poi cambia la musica

Il gol di Orsolini, arrivato al termine di un’azione veloce impostata da Pessina, rifinita da Favilli e finalizzata dall’attaccante di proprietà Juventus, aveva messo subito la partita sui binari giusti. Mister Evani l’aveva immaginata proprio così, con la possibilità di affidarsi ad una buona organizzazione difensiva e proponendosi con veloci contropiede.

L’Inghilterra dal canto suo mostra difficoltà evidenti nella prima frazione di gara, riuscendo ad arrivare al tiro solo in un paio di occasioni con Dowell da fuori e con Solanke di testa a sfiorare il palo.

Nella ripresa cambia tutto quando, al 53’, quando mister Simpson richiama Dowell e schiera Ojo sul lato destro dell’attacco. Il numero 19, scuola Liverpool, crea da subito scompiglio nella retroguardia italiana che già aveva visto la sua porta in pericolo con un tiro di Solanke dai 30 metri finito di poco fuori.

Pubblicità

Ojo, dal canto suo, arriva al tiro due volte in 2 minuti. La prima conclusione finisce di poco fuori, la seconda scheggia il palo alla destra di Taccagno. E’ il preludio al pari inglese che arriva al 66’ proprio su cross dalla destra di Ojo, con il portiere azzurro ad allontanare sui piedi di Solanke che da pochi metri mette in rete. La partita dell’Italia si chiude virtualmente qui perché la difesa non tiene sugli esterni e i cross arrivano a ripetizione.

Al 78’ ancora cross di Ojo e palla che, dopo un rimpallo, viene spedita in rete da Lookman. Nel finale è ancora Solanke a trovare la via del gol con un destro dai 30 metri che sorprende Zaccagno, incapace di deviare il pallone dallo specchio.

Domenica la finale per il terzo posto

Finisce qui la rincorsa alla conquista del campionato del mondo per i ragazzi di Evani che avranno modo, domenica sera, di giocarsi almeno il terzo posto contro l’Uruguay, già incontrato nella prima gara della manifestazione e che ci aveva battuti per 1-0.

Pubblicità

Avanti con la rivincita!

Leggi tutto