E' già ora di semifinale per Bernardeschi e compagni che in serata si giocano un posto nella finale del campionato europeo di categoria contro la squadra detentrice e favorita. Clima disteso e sereno nel covo della nazionale dove mister Di Biagio si è presentato in conferenza stampa insieme a l'uomo più discusso del momento: Gigio Donnarumma, apparso sereno e concentrato solo su l'under 21, posticipando a dopo l'Europeo qualsiasi discorso relativo al suo futuro.

Di Biagio non accetta lezioni

Argomento principale della conferenza sono state le parole del ct Slovacco Pavel Hapel, reo di aver giudicato vergognoso il comportamento di Italia e Germania nell'ultima partita del girone giocata a Cracovia.

Il ct azzurro però non ci sta: 'non si deve permettere, l'Uefa dovrebbe prendere provvedimenti' rincarando poi la dose e affermando che l'allenatore Slovacco ha parlato senza aver visto la gara rendendo. Secondo Gigi, le sue affermazioni sono ridicole. Effettivamente l'Italia la sua gara l'ha giocata e anche bene, se c'è una squadra che sabato sera ha fatto calcoli quella è stata la Germania, consapevole ad un certo punto che perdere e arrivare secondi equivaleva ad evitare i nostri avversari di domani, la Spagna.

Conti e Berardi assenze che pesano

Reduci da cartellini gialli presi nell'ultima gara e in diffida, due dei talenti più cristallini e decisivi della rosa a disposizione del ct non potranno essere presenti nella gara di domani, che sembra essere una finale anticipata.

A sostituire Conti sull'out di destra dovrebbe essere il milanista Calabria che non ha entusiasmato nell'unica occasione in cui è stato chiamato in causa, mentre al posto di Domenico Berardi andrà Chiesa, con il centravanti Petagna che tornerà ad essere titolare dopo l'esclusione con la Germania. Un dubbio ha caratterizzato la vigilia e la conferenza dell'allenatore degli "azzurrini".

Infatti, Mattia Caldara non ha risolto i suoi problemi fisici ma la cosa non sembra preoccupare Di Biagio: 'Prima di tutto la salute del ragazzo, domattina nella rifinitura proveremo e valuteremo con lo staff medico e il ragazzo, ho 23 giocatori e li ritengo tutti più che validi'. Se Caldara non ce la farà toccherà a Ferrari sostituirlo, un compito arduo per il difensore del Sassuolo in forza al Crotone nella passata stagione, che insieme a Rugani dovranno arginare le sfuriate dei vari Delofeu e Asensio che promettono una serata a mille all'ora. Appuntamento su Rai1 alle ore 20:45, l'Italia amante del calcio si fermerà per sostenere i campioni del domani sperando di accompagnarli fino al trionfo finale.