Una lunga attesa, la cessione di almeno una parte delle quote del Genoa è attesa entro fine mese, massimo inizio luglio. Due settimane di tempo, tanto ha chiesto il presidente Enrico Preziosi per provare a chiudere un'operazione molto importante per il futuro della società rossoblu.

Soci solidi per un Genoa più forte

I soggetti che il 'Joker' vorrebbe coinvolgere al Genoa sono molto solidi e hanno una grande disponibilità finanziaria, almeno così emerge dagli ambienti sportivi. Il loro giro di affari parte dall'Italia e si estenderebbe oltre la penisola, con intrecci in Russia e probabilmente anche in Medio Oriente.

Filtra qualche indizio, ma nulla di più. Confermiamo che il presidente ha tutte le intenzioni di fare le cose in grande e se saltasse questa operazione difficilmente ripiegherebbe su altre opzioni, come quella del gruppo genovese. La pista della cordata resta teoricamente in piedi, ma Preziosi sembra aver già preso una decisione ed è orientato a lasciar perdere per andare oltre. Vedremo se ci riuscirà. Sicuramente queste due settimane saranno decisive, ma i tempi potrebbero persino allungarsi. D'altronde cedere una società di calcio richiede tanti passaggi, l'auspicio è che non diventi un tormentone.

Mercato bloccato pronto ad esplodere

Anche perché c'è un Calciomercato sui cui il Genoa dovrà concentrarsi molto per rafforzare l'organico.

Per il momento il direttore sportivo Donatelli ha imbastito i primi affari in uscita, con le voci su Izzo e Simeone che si stanno facendo insistenti. I media parlano anche di una possibile cessione del baby talento Pellegri; tutto è possibile, ma la società sta prendendo tempo. E' chiaro che l'eventuale ingresso di nuovi soci cambierebbe le carte in tavola, quindi anche le strategie di mercato rossoblu.

A proposito: in un recente colloquio con l'Inter, il Genoa ha chiesto informazioni per Biabiany, Puscas e Caprari. Sempre da Milano, sponda rossonera, restano aperte le trattative per Gianluca Lapadula. E per il ruolo di centravanti di riserva il grifone ha individuato in Andrey Galabinov del Novara l'uomo giusto, a meno che Ganz non rientri in gioco.

Per il reparto arretrato il nome caldo delle ultime ore è quello di Stefan Ristovski, difensore del Rijeka. Secondo la redazione di Tuttomercatoweb.com i rossoblu sarebbero pronti ad offrire una cifra vicina ai due milioni e mezzo di euro per l'ex giocatore della Spezia.