Chi ha i giocatori buoni se li tiene, a meno che non sia costretto a venderli per forza. Scongiurata la seconda ipotesi, sembra proprio che Perisic sia ad un passo da una conferma in nerazzurro che renderà felice soprattutto Luciano Spalletti, uno che sperava di poter contare sull'attaccante croato per renderlo uno dei fulcri dell'Inter del futuro. Il calciatore ha tutte le carte in regola per sposarsi perfettamente con l'idea di calcio del tecnico di Certaldo, che stravede per gli esterni d'attacco che vedono la porta e sono in grado di offrire assist ai compagni

Perché Perisic poteva lasciare l'Inter?

Il calciatore balcanico era tra quelli che godevano del maggior numero di estimatori in Europa e questo poteva tradursi in una vendita che avrebbe generato una plusvalenza importante ricordando come fosse stato pagato "soltanto" 20 milioni di euro.

Il Manchester United di Mourinho lo avrebbe pagato anche 50 milioni e la cifra sarebbe servita per mettere a posto un bilancio che rischiava di violare i limiti imposti dal Fair Play finanziario. Walter Sabatini e Piero Ausilio sono però riusciti ad approntare una strategia per incassare il denaro necessario attraverso altri calciatori in esubero. Sembrava, inoltre, che il calciatore avesse voglia di cambiare aria per confrontarsi con un altro campionato, giocando in una squadra che avrebbe potuto aumentargli sensibilmente l'ingaggio e in grado di offrirgli la possibilità di giocare la Champions League già nella prossima stagione.

Perisic resta all'Inter: i dettagli

Alla fine le pretendenti non sono sembrate così convinte nel volere il calciatore ed hanno avuto un po' di braccino nel presentare l'offerta all'Inter, che ha pensato bene di tenersi un calciatore importante.

Salvo sorprese, la prosecuzione dell'avventura comune tra l'attaccante balcanico e la società nerazzurra dovrebbe essere certificata da un rinnovo contrattuale che dovrebbe fugare qualsiasi tipo di dubbio sul futuro. L'idea è quella di concedergli un adeguamento che possa farlo entrare nell'ordine delle idee che è su di lui che si punta per tornare ad accrescere il livello della società, desiderosa di rioccupare le posizioni che le competono in Italia ed in Europa.

Lo United era pronto ad offrirgli uno stipendio da 5 milioni di euro, il club meneghino pur non spingendosi così in alto dovrebbe comunque optare per un adeguamento al calciatore.