Gli appassionati di sport hanno segnato nella loro agenda le date di sabato 19 e domenica 20 agosto da tempo. In questo weekend inizierà ufficialmente la stagione di Serie A 2017-2018. Dopo avervi svelato il calendario degli anticipi e posticipi della prima giornata, oggi ci concentreremo sui pronostici di tutte le partite. Grande attesa sulla Juventus, che deve difendere il sesto scudetto consecutivo vinto a maggio. I campioni d'Italia in carica sembrano aver perso qualche certezza dopo l'addio clamoroso di Leonardo Bonucci quest'estate, ma rimangono la squadra di riferimento nel nostro Paese, nonostante il risveglio di Milano, grazie agli investimenti delle nuove proprietà cinesi, ed il Napoli, che gli addetti ai lavori considerano come l'anti-Juve per eccellenza quest'anno.

Pubblicità
Pubblicità

I pronostici della prima giornata

Juventus-Cagliari (segno 1): difficilmente la Juve perde due partite nella stessa settimana. Dopo la sconfitta all'Olimpico nella finale di Supercoppa italiana 2017 contro la Lazio, i bianconeri sono attesi dalla prima reazione importante della stagione, che coincide anche con il debutto in campionato. Mister Allegri sfida il suo passato con la consapevolezza di avere una squadra tatticamente e qualitativamente superiore.

Hellas Verona-Napoli (segno 2): delle neopromosse l'Hellas è il club con maggiore tradizione. La dirigenza ha scelto giocatori soprattutto esperti, che conoscono la categoria, ma il Napoli è di un'altra categoria. La doppia sfida del preliminare contro il Nizza non dovrebbe influire sulla prestazione degli azzurri a Verona.

Atalanta-Roma (goal sì): entrambe le squadre hanno esposto il cartello di lavori in corso. La Roma ha rivoluzionato la rosa dopo gli arrivi di Monchi come direttore sportivo e Di Francesco come allenatore.

Pubblicità

In precampionato la formazione giallorossa non ha di certo brillato. Gli orobici di Gasperini hanno dato l'addio a Kessie e Conti, due pezzi da 90 della passata stagione. La certezza è che vedremo dei gol.

Sassuolo-Genoa (goal sì): anche in questo caso sposiamo la filosofia dei due allenatori, a cui piace giocare a calcio. Sarà una partita equilibrata, dove lo spettacolo di certo non mancherà, con Berardi da una parte e Lapadula dall'altra pronti a fare fuoco e fiamme al loro debutto stagionale in Serie A.

Crotone-Milan (segno 2): ripartire dal miracolo dell'ultima primavera è la parola d'ordine in casa calabrese, anche se il Milan di quest'anno è un avversario difficilissimo da affrontare, dopo la sontuosa campagna acquisti portata avanti da Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone. Come per il Napoli, difficilmente il preliminare contro lo Shkendija impedirà ai rossoneri di essere al massimo domenica sera.

Udinese-Chievo (segno x): match equilibrato alla Dacia Arena di Udine.

Pubblicità

Le due squadre si equivalgono, spesso mister Maran ci ha abituati a partenze sprint, sia con il Catania che negli ultimi anni a Verona. Probabilmente è una sfida che terminerà in pareggio.

Lazio-Spal (segno 1): esordio durissimo per la neopromossa Spal, che affronta da subito la vincente della Supercoppa italiana. Ciro Immobile e compagni dovrebbero avere agevolmente la meglio sulla squadra di Ferrara. Attenzione anche al segno over 2,5, con una possibile larga vittoria dei biancocelesti.

Pubblicità

Inter-Fiorentina (segno under 2,5): partita tattica a San Siro tra due allenatori che si conoscono e si stimano. Luciano Spalletti è l'uomo giusto al momento giusto, Pioli il tecnico che vuole fare uno sgambetto alla sua ex squadra. Favoriti i nerazzurri ma ci sentiamo più sicuri a puntare sui pochi gol.

Bologna-Torino (segno 2): il precampionato della squadra di Mihajlovic è indicativo del salto di qualità in avanti fatto da Belotti e compagni. La permanenza del Gallo è decisiva per la competitività della formazione granata, più forte a livello qualitativo e fisico della squadra di mister Donadoni.

Sampdoria-Benevento (segno 1): esordio soft per i blucerchiati. La Doria deve approfittare di questo facile inizio visto che la rosa non è al livello della passata stagione. Il Benevento, dopo l'eliminazione fulminea in Coppa Italia, deve imparare in fretta, se non vuole diventare fin dalle primissime giornate la cenerentola del torneo.

Leggi tutto