Per la società Paganese Calcio 1926 srl, militante nel Girone C della terza serie italiana è già tempo di trovarsi un nuovo allenatore.

Infatti il suo, ormai ex tecnico Salvatore Matrecano, al termine della gara persa per 2-0 contro la matricola Bisceglie ha rassegnato le dimissioni. La squadra è stata affidata al vice, Fabio De Sanzo.

Matrecano, dimissioni per motivi personali

Non si tratta quindi di un classico esonero all'italiana, ma di una scelta personale. Lo stesso Matrecano ha ringraziato il presidente Raffele Trapani e tutta la società, specificando che solo "motivi personali mi costringono a lasciare, con grande rammarico, la guida tecnica della prima squadra".

Anche la società, con un comunicato ha salutato l'allenatore: "La Società vuole ringraziare Salvatore Matrecano per il lavoro svolto e gli augura le migliori fortune professionali e personali".

Lunga carriera da calciatore, poi l'esordio da allenatore

Salvatore Matrecano, roccioso difensore centrale, da calciatore fa tutta la 'trafila' del settore giovanile nella Sirio di Cagliari. La prima esperienza da professionista è con l'Ercolano, l'anno dopo il passaggio alla Vigor Lamezia e poi all'Audax Ravagnese di Reggio Calabria in Serie D. Poi la chiamata della Turris con cui disputa 33 partite nel campionato di Serie C2 e viene notato da Zeman che l'anno dopo lo vuole al Foggia dando il via alla brillante carriera di Matrecano.

Vestirà, tra le altre, le maglie di Parma, Napoli, Udinese e Perugia prima dell'esperienza inglese biennale con il Nottingham Forest e delle ultime stagioni tra Benevento e Caserta. Tra i suoi allenatori, oltre a Zeman nell'esperienza foggiana il mitico Nevio Scala nei due anni a Parma.

La sua carriera da allenatore inizia con il Pretola, squadra che milita nell'Eccellenza umbra.

Poi, nel 2006 la chiamata alla guida della Berretti Perugia dove rimane due anni prima dell'esperienza con il Pontevecchio. Nel 2010 allena la Berretti del Foligno e nelle due ultime giornate di campionato viene chiamato a guidare la prima squadra al posto del dimissionario Nazzareno Cristofani. Matrecano riesce a vincere le due ultime partite di campionato e centra la salvezza evitando i playout.

L'anno dopo arriveranno le dimissioni per motivi strettamente personali. Nella scorsa stagione Matrecano riprende l'attività sulla panchina della Berretti Paganese e a fine stagione arriva la personale promozione alla guida della prima squadra. Il resto lo sapete già.