Sabato 23 settembre, alle ore 15, allo stadio Zini di Cremona si è disputata la partita tra cremonese e Pescara, match valevole per la sesta giornata del campionato di Serie B. Il risultato finale è stato di 0-0.

Nel prossimo turno in programma sabato 30 settembre, il Pescara sarà ospite del Carpi, mentre la Cremonese chiuderà la giornata lunedì 2 ottobre contro il Frosinone, reduce dalla sconfitta di Perugia. Ricordiamo che questa sfida rappresenterà la gara inaugurale del nuovo impianto "Benito Stirpe" di Frosinone.

Tornando all'analisi di Cremonese-Pescara, la partita è stata piuttosto noiosa, priva di grandi emozioni, con i due portieri che sono risultati decisamente inoperosi.

L'unica emozione si è avuta al 90', quando Marconi ha steso Brugman, causando una punizione dal limite per gli abruzzesi. Il tiro di Kanoutè è stato parato da Ujkani.

La Cremonese ha giocato bene soprattutto nel primo tempo, bloccando le iniziative del centrocampo del Pescara. Nella ripresa, invece, la squadra di Zeman ha provato a fare la partita.

Le formazioni

Cremonese (4-3-1-2): Ujkani 6; Almici 6, Canini 6, Marconi 6, Renzetti 5,5; Pesce 6,5, Cavion 6, Arini 6; Piccolo 6,5 (Castrovilli 5,5); Brighenti 6,5 (Scappini s.v.), Paulinho 6 (Mokulu 6). Allenatore: Attilio Tesser.

Pescara (4-3-3): Pigliacelli 6; Zampano 6,5, Bovo 6,5, Coda 6, Mazzotta 6; Coulibaly 5,5, Brugman 6, Valzania 5,5 (Kanouté 6); Del Sole 5 (Baez 4), Pettinari 6 (Ganz sv), Capone 6.

Allenatore: Zdenek Zeman.

Buona la direzione della partita da parte dell'arbitro Fourneau (7), alla sua terza direzione in Serie B. Il direttore di gara non ha sbagliato nulla insieme ai suoi assistenti: giuste le decisioni sui gol annullati nel primo tempo a Paulinho (C) e nella ripresa a Pettinari (P) per fuorigioco.

Le emozioni della partita

Nel primo tempo, al 5° minuto la Cremonese colpisce la traversa con un tiro mancino di Simone Pesce, mentre il primo tiro nello specchio della porta da parte del Pescara si vede solo al 39' con un'iniziativa di Gaston Brugman. Agli sgoccioli della prima frazione di gioco (minuto 42) si assiste alla prima parata di Pigliacelli che devia in calcio d'angolo un tiro di Paulinho.

Nel secondo tempo bisogna aspettare fino al 16° minuto per vedere il primo tiro in porta effettuato dalla Cremonese con Renzetti. La partita potrebbe cambiare al 31' quando il Pescara coglie un palo con Brugman. Sugli sviluppi dell'azione Stefano Pettinari trova il goal, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Negli ultimi minuti di gioco, punizione dal limite dell'area per il Pescara: Ujkani, con un ottimo intervento, spedisce il pallone in corner.

Le interviste del dopo-partita

Al termine del match, Kanouté ha rivelato che, in allenamento, spesso si occupa di calciare le punizioni. Il tecnico del Pescara, Zeman, si è detto soddisfatto del pareggio, così come l'allenatore della Cremonese, Tesser, che ha parlato di un risultato positivo ottenuto contro una buona squadra.

Bovo, difensore degli abruzzesi, ha sottolineato come in quest'occasione la formazione pescarese sia riuscita a mantenere inviolata la porta difesa da Pigliacelli.