L’ottava giornata del campionato di Serie A 2017/18, in programma il prossimo weekend, metterà di fronte le due squadre di Milano, che si sfideranno per il derby numero 188 di campionato. Il bilancio degli scontri è a favore dei nerazzurri di Spalletti (che giocheranno la partita in casa) con 69 vittorie complessive, a fronte delle 62 vittorie dei cugini rossoneri; 57 le sfide terminate in pareggio. Riguardo al computo delle reti messe a segno, Icardi&co. sono in vantaggio per 269 gol a 251.

Derby incandescenti lo scorso anno, con un doppio 2-2, entrambe le volte risolti all’ultimo respiro.

Durante il match di andata, disputato in casa del Milan, vantaggio dei rossoneri alla fine del primo tempo, grazie ad un irresistibile Suso e pareggio dell’Inter con un gol di Candreva, ad inizio ripresa. Immediata reazione dei padroni di casa con la seconda marcatura del trequartista spagnolo, che realizza la sua doppietta dopo un’azione personale; quando la squadra di Montella pregustava già la vittoria contro i cugini nerazzurri, da un calcio d’angolo, al 92’, Perisic trafigge il giovane Donnarumma deviando in rete un colpo di testa del compagno di squadra Murillo, per la gioia dei suoi sostenitori e la disperazione dei giocatori milanisti.

Nella sfida di ritorno il risultato sarà lo stesso ma con andamento differente.

Parte bene il Milan ma è l’Inter a concretizzare le occasioni da gol e, al 36’, su una indecisione di De Sciglio, Candreva (già autore di un gol nel match di andata) ne approfitta e batte Donnarumma di destro. I rossoneri restano storditi dallo svantaggio e la squadra di Pioli coglie il momento opportuno, affondando il secondo colpo, per merito di uno scambio tra Perisic e Icardi, con quest’ultimo che mette in rete a porta quasi vuota.

I nerazzurri controllano agevolmente gli attacchi dei cugini nella seconda frazione di gioco e solo una disattenzione di Miranda permette a Romagnoli di insaccare alle spalle di Handanovic un cross di Suso; e siamo al minuto 83’. A questo punto, l’Inter avrebbe l’occasione di chiudere in contropiede il derby, prima con Perisic e poi con il subentrato Biabiany che, solo davanti all’estremo difensore del Milan, dopo aver saltato un avversario, spara alto.

Tra battibecchi e perdite di tempo, l’arbitro Orsato concede 5 minuti di recupero, poi estesi a 7 per altra perdita di tempo. All’ultimo respiro, su un corner calciato da Suso, Bacca colpisce di testa verso l’angolo destro di Handanovic, accorre il colombiano Zapata, in spaccata, intercettando la sfera che, dopo aver colpito la traversa, oltrepassa la linea di porta, eludendo il vano tentativo di recupero da parte di Medel che spazza quando il pallone è ormai entrato in porta. Il derby di ritorno della stagione scorsa termina tra l’euforia dei giocatori di Montella e le proteste dei nerazzurri, per l’eccessivo recupero, a parer loro, concesso dal direttore di gara.

Come si presentano le due squadre alla nuova sfida

Inter e Milan si presentano al primo derby stagionale con ben 7 punti di distacco in favore dei nerazzurri padroni di casa. La squadra di Spalletti, pur senza proporre un gioco entusiasmante, segue in seconda posizione, a pari punti con la Juventus, il Napoli di Sarri, prima a punteggio pieno. Alle prime due convincenti vittorie con Fiorentina in casa e all’Olimpico contro la Roma, nelle prime due giornate, la squadra nerazzurra ha inanellato vittorie sofferte contro squadre di ultima fascia, come Spal, Crotone, Genoa e Benevento e un pareggio, raggiunto grazie ad un rigore di Icardi, a Bologna contro i felsinei.

Di contro, il Milan ha deluso le attese, dopo un calciomercato faraonico, vincendo a Crotone, alla prima giornata, e in casa contro Cagliari, Spal e Udinese, ma perdendo malamente contro la Lazio (4-1 all’Olimpico), a Genova contro la Sampdoria e in casa contro la Roma, durante l’ultimo turno.

I rossoneri si trovano già a 9 punti dalla vetta e denotando una marcia in meno rispetto alle prime della classe.

Pronostico

La classifica farebbe pendere l’ago della bilancia in favore della vittoria dell’Inter, visti i risultati delle ultime settimane e la solidità di squadra, molto più evidente nella compagine di Spalletti, rispetto a quella del collega Montella che, fino a questo momento, ha steccato i match importanti. Ma è evidente che l’esito di un derby come quello meneghino è sempre incerto e che i nuovi acquisti del Milan potrebbero dimostrare il loro reale valore proprio nella sfida più attesa dell’anno da parte di entrambe le tifoserie.

Ciò che gli spettatori si augurano sarà un derby che segua il filone di emozione di quelli disputati la scorsa stagione, non deludendo le attese di uno stadio Giuseppe Meazza che si prospetta quasi esaurito, come ogni anno.