In uno dei derby più divertenti degli ultimi anni, l'Inter di Spalletti porta a casa i 3 punti con un pirotecnico 3-2 arrivato solo nel finale. Eppure il Milan di Montella non ha affatto demeritato, almeno per quello che ha fatto vedere nel secondo tempo. Questo successo permette ai neroazzurri di issarsi al secondo posto solitario della Serie A a -2 dalla capolista Napoli (prossima avversaria in campionato), mentre i rossoneri, al terzo ko consecutivo dopo Sampdoria e Roma, restano fermi a 12 punti a pari merito con il Chievo.

La cronaca

Meglio i neroazzurri nel primo tempo, che colpiscono prima una traversa con un destro da fuori di Candreva e poi si portano in vantaggio con la zampata di Icardi su assist proprio di Candreva.

Nella ripresa è tutto un altro Milan: Handanovic deve ricorrere agli straordinari su Suso e Borini, poi si appella alla fortuna sul palo dello stesso spagnolo. Il pareggio è nell'aria e arriva al 56' con un meraviglioso sinistro a giro proprio di Suso, questa volta il portiere sloveno non può nulla. I rossoneri spingono e sfiorano il vantaggio con Bonaventura, ma è attentissimo ancora Handanovic. Nel miglior momento della squadra di Montella, però, l'Inter torna avanti: Perisic si libera sulla sinistra e inventa l'assist per la volée di Icardi, 2-1. Il Milan non ci sta e a 10 dalla fine trova il meritato pari con la spaccata di Bonaventura, con la complicità involontaria di Handanovic. Finita?

Ma quando mai: proprio al 90' Rodriguez stende ingenuamente D'Ambrosio in area, è rigore. Icardi si presenta sul dischetto, spiazza Donnarumma e realizza la sua personale tripletta. A San Siro è festa grande.

Le telecronache tifose

Ovviamente, Inter-Milan è stata vissuta anche dai tanti telecronisti tifosi (presenti e non allo stadio) che hanno partecipato in maniera diversa alla gara.

Prima la gioia, poi il dolore, poi ancora gioia e ancora dolore. Questo è stato il motivetto del derby di Milano e noi vi proponiamo i racconti dei principali cronisti faziosi: Recalcati, Scarpini e Tramontana sponda neroazzurra, Pellegatti e Crudeli sponda rossonera. Il divertimento è assicurato, almeno per i tifosi neutrali, ma siamo sicuri che almeno una parte di Milano avrà piacere a rivivere questi momenti.

Buon ascolto e buon divertimento.

La telecronaca di Recalcati

La telecronaca di Pellegatti

La telecronaca di Scarpini

I racconti dallo studio di Crudeli e Tramontana