Dopo la frenata a Bergamo contro l'Atalanta, la Juventus si trova dopo tanto tempo a rincorrere la capolista Napoli, che intanto apre spiragli verso il gemellaggio con la Roma. Fa strano dirlo, visto che fino a questo momento e da diversi anni a questa parte, i primi in classifica sono quasi sempre stati i bianconeri di Massimiliano Allegri, ma nell'anno dell'introduzione del var, le cose sembrano essere cambiate. C'è già chi parla di "giustizia fatta", noi preferiamo parlare di una semplice coincidenza, anche perché gli scudetti vinti di fila dal club della famiglia Agnelli non si vincono per caso.

Tuttavia, le dichiarazioni del mister juventino sull'utilizzo della tecnologia hanno inevitabilmente fatto sì che si alimentassero le discussioni e le polemiche.

Le parole di Massimiliano Allegri sul Var

Queste le parole di Massimiliano Allegri nel dopo partita di Atalanta - Juventus: "Allora a marzo, quando le partite varranno una stagione, dureranno dalle tre alle quattro ore. La Var deve essere usata per episodi oggettivi: se il fallo è dentro o fuori area, se è fuorigioco. Altrimenti vedrete che si finirà a mezzanotte. Se vogliamo che la gente stia di più allo stadio continuiamo a usarla così".

La reazione di Del Genio nei confronti della Juventus

Dichiarazioni che non sono passate inosservate e che hanno subito suscitato reazioni tra gli addetti ai lavori, compreso il noto giornalista Paolo Del Genio che, nel corso della trasmissione di Canale 21, ha parlato con ironia delle polemiche da parte dell'allenatore della Juventus sul VAR, dicendo che ogni volta che c'è stata una protesta sui torti prima dell'introduzione dello strumento tutti venivano etichettati come piagnoni, adesso che per mezza volta che non gli è andata bene i bianconeri starebbero piangendo quanto gli altri in un solo anno.

Il giornalista ha continuato chiedendosi se l'obiettivo della Juventus non sia quello di fare eliminare il VAR e se venisse tolta sarebbe clamorosa e tutti dovremmo smettere di giocare. Col VAR sono stati corretti 21 errori e se Allegri dice che passa troppo tempo, per Del Genio se necessario ne deve passare anche di più. Per eliminare le ingiustizie si possono assegnare anche 10 minuti di recupero.

Ma non solo, perché ha aggiunto che siccome non verrà mai tolta, la Juventus proverebbe a condizionare l'arbitro in maniera diversa, così il rigore dubbio l'ha confermato. Ha chiuso alludendo al fatto che se Damato non avesse annullato il 3-1 non avrebbe dato il rigore, perché nella stessa partita non poteva togliere ai bianconeri sia un gol che un rigore.

Per rimanere aggiornati sulle ultime news di calciomercato o sul mondo del calcio in generale, è possibile cliccare il tasto "Segui" che si trova in alto a destra, accanto al nome dell'autore di questo articolo.