L'Inter di Luciano Spalletti è pronta a sfidare il Verona di Pecchia per restare agganciata ai primissimi posti di campionato. Se i nerazzurri dovessero restare in vetta, la parola scudetto potrebbe non essere più utopia. La dirigenza della Beneamata non vorrebbe farsi trovare impreparata e pianifica i primi movimenti di mercato. Il ds Piero Ausilio e il coordinatore Walter Sabatini sono pronti a proseguire il lavoro iniziato in estate, ovvero acquisti mirati per rinforzare la rosa guidata da Spalletti.

Sabatini prepara il primo colpo in vista di gennaio

Notizia appresa dai colleghi di "Gazzetta dello Sport", dove si è parlato di un incontro che avverrà in Cina tra il coordinatore Suning, Walter Sabatini, e il patron nerazzurro, Jindong Zhang. I due tracceranno un bilancio per preparare al meglio il prossimo calciomercato. Tra i discorsi, il futuro di Fabio Capello allo Jiangsu, ma anche il futuro del brasiliano ramires Santos do Nascimento, detto semplicemente Ramires, in procinto di vestire la maglia nerazzurra.

Ramires verso il nerazzurro

Tra i primi obiettivi dell'Inter c'è quello di rinforzare il centrocampo. Fin qui, la squadra di Luciano Spalletti, è stata una delle protagoniste in assoluto del campionato di Serie A.

Malgrado ciò, la rosa dell'Inter è apparsa corta, per cui la dirigenza nerazzurra, sta cercando di intervenire anzitempo sul mercato, per regalare a Spalletti il giusto rinforzo. A parlare del mercato nerazzurro è il giornalista di Premium, Niccolò Ceccarini, che ha svelato il primo colpo di mercato: 'L'Inter è ai dettagli per chiudere il colpo Ramires.

L'operazione è in dirittura di arrivo con la formula del prestito'.

Anche Luciano Spalletti è intervenuto sull'argomento Ramires durante la conferenza stampa di Verona-Inter: "Cosa dico su Ramires? Che a me non fa comodo parlare di questo argomento. Io di Ramires non voglio parlare. Non vedo la necessità di parlare di giocatori che verranno.

Anzi, se fossi un calciatore che gioca nel posto di Ramires, non sarei felice di sentirmi chiamato in causa. Per ora tutti si stanno comportando bene, e stanno facendo tutto quello che gli è stato chiesto. Abbiamo tutti gli ingredienti in questo momento. Adesso arriverà il bello e dobbiamo restare uniti. Cercheremo di usare il mercato nel miglior modo possibile. Sinceramente ho paura per i giocatori in uscita e non per quelli in entrata".