L'Inter vive un momento felice. Inatteso. Difficile dimenticare quanto in estate ci fosse malcontento per un mercato che non era stato all'altezza delle attese. A lungo attorno ai nerazzurri serpeggiava un'aria di scetticismo, dato che il settimo posto della scorsa stagione era un presupposto che scoraggiava anche i più ottimisti.

Un dato di fatto, alla luce di una rosa che era cambiata davvero poco. Gli innestri di Skriniar, Vecino e Borja Valero non si credeva potessero elevare più di tanto il livello della squadra, su cui, però, sembra essere stata decisiva la bacchetta del mago Luciano Spalletti.

L'organico, tuttavia, è da migliorare e già a gennaio si interverrà per potenziare un gruppo che, soprattutto in alcuni ruoli, ha una panchina troppo corta.

Il pensiero va soprattutto alla batteria dei centrali difensivi, dove il solo Ranocchia non può essere considerato un rincalzo sufficiente per la coppia composta da Miranda e dallo stesso Skriniar.

Inter: si lavora anche per il futuro

L'Inter, in estate, si è avvalsa dell'operato di Walter Sabatini e Piero Ausilio per il mercato. Due vecchie volpi che mentre altri si concedevano spese per calciatori sovrastimati, preferivano scegliere calciatori ancora giovani e che potessero garantire un percorso di crescita a tutto l'organico negli anni a venire.

In tal senso, l'ingaggio di Skriniar è un chiaro esempio. Ma c'è l'intenzione di andare anche oltre, andando ad acquisire grandi talenti che non hanno ancora superato i vent'anni. Unico modo per anticipare la concorrenza: prendere i migliori, prima che si rivelino top player. Negli ultimi giorni sarebbe tornato attuale l'interesse per un grande talento brasiliano.

Si tratta di un esterno offensivo classe 2000 e risponde al nome di Paulinho. Dopo i successi con le nazionali giovanili verdeoro ha avuto il passaggio in prima squadra al Vasco Da Gama, dove sembra aver mantenuto le promesse che aveva da calciatore non ancora professionista. Per averlo bisognerà aspettare che diventi maggiorenne, l'Inter si sarebbe già schierata in prima fila per provare a portarlo in Italia.

Inter: l'attenzione per il futuro

L'Inter, anche attraverso l'interesse per Paulinho, continua a dimostrare di avere un occhio di riguardo per la propria progettualità a lungo termine. Va ricordato come il colosso cinese Suning, nelle scorse settimane, non abbia fatto mistero di voler costruire un nuovo centro sportivo che, tra le altre funzioni, avrà quello di avere un ruolo cruciale e diventare l'habitat ottimale per coltivare il vivaio nerazzurro.