Il pareggio in extremis di Lisbona, grazie al gol del ritrovato Higuain, ha lasciato nella Juventus, e nei suoi tifosi, diversi dubbi. Il primo è stato senza dubbio il fatto che la squadra, ancora una volta, non ha mostrato quella fame che l'ha contraddistinta in questi sei anni di successi e, ancora una volta, è dovuta andare in svantaggio prima di tirare fuori i cosiddetti attributi. Il secondo punto è quello che riguarda la tenuta fisica dei giocatori. Già nella scorsa stagione la Vecchia Signora ha dovuto fare a meno di diversi elementi importanti e la prima parte di questa stagione ha confermato il trend, purtroppo, negativo.

Basti pensare che a centrocampo la Juventus ha già dovuto fare a meno di Khedira, rientrato nella gara contro la Lazio; Marchisio, appena tornato a disposizione e che si è visto in campo per qualche minuto nel secondo tempo contro la Spal; Matuidi che, dopo delle ottime prestazioni, si è dovuto fermare e, infine, Miralem Pjanic. Il bosniaco è diventato ormai uno dei leader della banda bianconera che difficilmente può fare a meno del bosniaco.

Niente Benevento per Pjanic

Miralem Pjanic che dovrà rinunciare alla sfida delle 15 di domenica contro il Benevento. Il nazionale bosniaco, infatti, nella partita di Champions contro lo Sporting, ha subito una contusione al quadricipite della coscia destra, rendendolo indisponibile per la prossima partita di campionato e minando le certezze di una sua presenza alla ripresa della Serie A dopo la pausa per le nazionali.

Infatti Miralem andrà visitato di nuovo a metà della settimana prossima per verificare il riassorbimento del versamento. Non una buona notizia per la Juventus che, come detto prima, deve fare a meno di uno dei suoi uomini chiave e senza il quale ha faticato molto (basti vedere la partita contro l'Atalanta).

Contro il Benevento possibile la presenza dal primo minuto di Marchisio al posto dell'ex Roma, affiancato da uno tra Matuidi (favorito) e Khedira.

Occhio poi a Bentancur, vera rivelazione di questo primo scorcio di stagione, grazie a prestazioni di grande carattere e personalità.

Gli altri convocati

Sembrava esser giunta l'ora di una convocazione anche per Marko Pjaca, in campo nella sfida settimanale contro una squadra dilettantistica. Il croato, però, dovrà attendere la fine della pausa delle nazionali per rivedere il campo con la maglia bianconera, cosa che non accade dal marzo dello scorso anno.

Buone notizie invece per Howedes. Il tedesco è convocato dopo i guai fisici e probabilmente Allegri gli concederà uno scampolo di gara per mettere minuti nelle gambe.