Davide Ballardini attende rinforzi per il mercato di gennaio e consegna la lista della spesa a Giorgio Perinetti. Il direttore generale del Genoa è in stretto contatto coi suoi collaboratori, alla ricerca di elementi potenzialmente utili alla causa. Gli osservatori del Grifone volano tra Italia, Russia e Germania per puntellare l'organico rossoblu durante il mercato di riparazione. Manca circa un mese alla riapertura delle trattative e il Genoa cerca di muoversi in anticipo per non perdere tempo.

Criscito primo obiettivo

Domenico Criscito resta sempre uno degli obiettivi principali per sistemare il reparto arretrato.

Il laterale dello Zenit Sanpietroburgo lascerà il club a fine stagione e non da è escludere che possa anticipare l'addio già nel mese di gennaio 2018. I contatti tra i rossoblu e il napoletano possono evolversi in qualcosa di più concreto, ma bisognerà capire le reali intenzioni di Napoli e Inter, che hanno sondato il terreno. “Ci sono vari interessamenti, ma ancora non abbiamo fatto nessun tipo di valutazione precisa" ha svelato il suo procuratore D'Amico in una intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Ok Calciomercato. A questo punto il Genoa tiene aperta la sua porta e attende un segnale da parte di Criscito. Al vaglio anche altre soluzioni, sulla carta però decisamente meno intriganti.

A caccia di un mediano, l'attaccante dalla Germania?

Per il centrocampo resta in piedi la pista che porta all'ex Stefano Sturaro. Da Torino confermano l'interesse dei liguri per il mediano della Juventus, ma non sarà facile arrivare ad una fumata bianca. Nemmeno l'alternativa granata Acquah sembra facilmente percorribile, malgrado il bravissimo giocatore non rientri più nei piani di mister Mihajlovic.

Il Genoa, dal canto suo, non vuole assolutamente mollare nelle prossime settimane tenterà di fatto l'affondo. L'idea è di fare qualcosa anche in attacco, ma molto dipenderà dal futuro dell'argentino Centurion e dal rendimento di Gianluca Lapadula. Sul taccuino di Giorgio Perinetti ci sono sostanzialmente due nomi: uno è quello di Izet Hajrovic, classe 1991, promettente esterno destro del Werder Brema e della nazionale della Bosnia-Erzegovina.

L'altro invece è l'olandese Alessio Da Cruz, attaccante duttile e in grado di giocare in molteplici ruoli del Novara, il cui valore del cartellino si aggira attorno ai 150.000 euro.