"A volte non c'è nessuna prossima volta, nessuna seconda possibilità. A volte è ora o mai più": sono queste le parole con cui ieri il DS Monchi ha caricato l'ambiente romanista sul suo profilo Instagram. Stasera alle 20.45 (diretta su canale 5), la Roma di Di Francesco è chiamata a vincere contro il Qarabag, per superare un girone che l'ha vista grande protagonista di questa prima parte della Champions League. E' la prima vera "finale" della stagione giallorossa, una gara il cui esito potrebbe rivelarsi fondamentale da un punto di vista mentale, in positivo come in negativo.

Champions, Roma-Qarabag: la qualificazione ad un passo

Ad inizio stagione, nessuno, o quasi, avrebbe scommesso che la squadra capitolina sarebbe stata in corsa per il primo posto del girone fino alla fine: il primo pareggio a reti inviolate con l'Atletico sembrava il solito preludio ad un cammino europeo deludente, ma dopo la vittoria di Baku, qualcosa è cambiato nel gruppo giallorosso, autore fino ad oggi di un'annata ad altissimi livelli. La prova più evidente è la prestazione di Stamford Bridge,dove solo un colpo di testa di Hazard ha negato alla Roma la prima gioia in terra britannica: i tre punti però i giallorossi li hanno portati a casa con gli interessi nella gara di ritorno, dove la doppietta di un El Shaarawy in stato di grazia ed il destro di Perotti hanno steso un Chelsea mai realmente in partita.

Roma-Qarabag: occhio agli azeri

La qualificazione sembrava ormai cosa fatta, ma l'eurogol di Griezmann ed il diagonale di Gameiro hanno riportato con i piedi per terra i ragazzi di Di Francesco, che si giocheranno la partita decisiva davanti ai circa 35000 spettatori dell'Olimpico. Se da una parte è logico che i pronostici siano tutti dalla parte della Roma, dall'altra è giusto anche ricordare che il Qarabag è riuscita a fermare per due volte la squadra del Cholo Simeone, andando in vantaggio al Wanda Metropolitano: stiamo parlando pur sempre di una squadra che verrà in Italia per giocarsi la sua partita, onorando l'impegno Champions sino all'ultimo.

Roma-Qarabag: probabile formazione giallorossa

Proprio questo hanno voluto sottolineare in conferenza stampa Di Francesco e capitan De Rossi, che dopo il brutto episodio di Genova, è pronto a tornare con la fascia al braccio. La Roma, salvo sorprese dell'ultimo minuto, dovrebbe scendere in campo con il classico 4-3-3 : Alisson in porta, Fazio ,Manolas, Kolarov e Florenzi in difesa, Strootman, De Rossi e Nainggolan a centrocampo e Perotti El Shaarawy e Dzeko in avanti.

Il tempo delle parole e dei pensieri è quasi finito: ora tocca all'undici giallorosso dimostrare di meritare una competizione tanto bella quanto difficile come la Champions.