Splendido inizio d'anno per l'Atalanta che batte il Napoli e si guadagna la semifinale contro la vincente di Juventus-Torino. Notte amara per i partenopei che dopo la Champions League salutano anche la Coppa Italia.

LA PARTITA

La Dea già dal primo minuto fa capire che sarà una serata difficile per il Napoli. Gasperini opta per la miglior formazione possibile senza troppo turnover, fuori solo Ilicic e Petagna. Dal canto suo Sarri non stravolge la squadra seppur rinunciando a Mertens e Insigne dal primo minuto, in avanti tridente Ounas-Callejon-Zielinski.

Il pressing iniziale è furente, i bergamaschi non vogliono far ragionare la squadra di Sarri che fatica a costruire il suo solito gioco e non trova spazi per far male. Le occasioni faticano ad arrivare, merito dell'attenzione maniacale dell'Atalanta a chiudere ogni linea di passaggio. Il gioco verticale dei centrocampisti non è il solito ma tanto basta per creare l'occasione che può regalare il vantaggio al Napoli, però Callejon calcia a lato, seppur di pochissimo. Il canovaccio del secondo tempo vede il progressivo avanzamento della Dea con il conseguente vantaggio territoriale che inizia a farsi sentire, il gioco lo fa la squadra di Bergamo ed i partenopei sembrano soffrire particolarmente questo atteggiamento.

Il gol è nell'aria e arriva al 51': Cornelius calcia malamente su Mario Rui, che rimpalla il pallone sull'accorrente Castagne, il terzino di Gasperini calcia di destro infilando il pallone sotto la traversa.

Mette la sua firma sul match anche il Papu Gomez: l'argentino lanciato sulla fascia brucia Chiriches, che ha un'incertezza, e calcia di sinistro sul secondo palo non lasciando speranze a Sepe.

Prova a riaprire la partita a pochi minuti dalla fine il subentrato Mertens, che approfitta di un'incertezza tripla tra Caldara, Berisha e Palomino, e di testa piazza l'1-2. L'assalto finale del Napoli non regala l'effetto sperato ed al 94' la Dea può festeggiare la meritata vittoria.

UNA PICCOLA GRANDE

La squadra di Gasperini con la partita di stasera ha dato conferma di essere un'ottima squadra, capace di espugnare campi importanti.

Una cosa è certa per la vincente del derby di Torino: troverà pane per i propri denti.

LE PAGELLE

NAPOLI : SEPE 5; HYSAJ 5, CHIRICHES 5, KOULIBALY 6,5, MARIO RUI 6; ROG 5,5, DIAWARA 5, HAMSIK 5,5 (11' st INSIGNE 5,5 ); CALLEJON 5(11' st MERTENS 6), OUNAS 6 ('27 st ALLAN S.V.), ZIELINSKI 6.

ATALANTA : BERISHA 5,5; TOLOI 6, CALDARA 5,5, PALOMINO 6; CASTAGNE 7, De ROON 6,5, FREUELR 6, GOSENS 6,5; CRISTANTE 5,5 (30' st ILICIC S.V.); CORNELIUS 6 ('37 st PETAGNA S.V.), GOMEZ 7,5(45' st HAAS S.V.).