Il caso Nainggolan non tende a sgonfiarsi. La partita della Roma giocata all'Olimpico contro l'Atalanta e' servita a capire alcune cose. Intanto la tifoseria non si è schierata dalla parte del centrocampista giallorosso, poi la dirigenza ha dimostrato freddezza in tribuna verso il calciatore. Ricordiamo che Nainggolan non era stato convocato da Di Francesco, presumibilmente su diktat della Società, per il famoso video portato dal calciatore a Capodanno con tanto di bestemmie. I tifosi non hanno fatto partire nessun coro di sostegno e vicinanza al giocatore, anzi qualcuno sugli spalti lo ha accusato di essere il responsabile della sconfitta della squadra giallorossa contro l'Atalanta.

La dirigenza romanista dal canto suo oltre a prendere la nota decisione di mandarlo in tribuna ha dimostrato freddezza nei suoi confronti, c'è stata solo una veloce e glaciale stretta di mano con il direttore sportivo Monchi. Ora che il mercato torna protagonista il caso Nainggolan si accende all'ennesima potenza. Non sono tantissime probabilmente le Società che in questo momento hanno voglia di spendere cifre importanti per un calciatore come Nainggolan, ma si sa che nel Calciomercato il condizionale è sempre d'obbligo e tutte le certezze sono fatte per essere velocemente smentite. Addirittura pare comunque che la Roma, per dimostrare solidità societaria soprattutto, abbia già fatto il prezzo per la cessione del calciatore.

Il prezzo di Nainggolan

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport il belga potrebbe concretamente lasciare la Roma. La Società cinese che ha come allenatore Fabio Cannavaro, il Guangzhou Evergrande, ha offerto quaranta milioni di euro. La Società giallorossa è ferma però sulla sua richiesta che è di cinquanta milioni di euro.

Sarà molto difficile come accennavamo in precedenza che una Società possa mettere sul piatto una cifra del genere già da gennaio. A giugno cambierebbe tutto visto che dovendo pianificare le squadre e ragionare su ciò che ha funzionato o meno, una cifra di quel tipo per un giocatore importante come il belga sarebbe senza dubbio spendibile.

Altra cosa folle sarebbe quella relativa al fatto che la Società giallorossa si possa privare di un elemento così importante in una fase così delicata della stagione. In estate la Roma potrebbe far partire un'asta importante per il giocatore e avere il tempo materiale per trovare un degno sostituto. Intanto nei prossimi giorni c'è da aspettarsi ancora qualche novità sull'ormai miccia che si è accesa intorno al giocatore.