È finita l'era Mihajlovic al Torino. L'ormai ex tecnico dei granata ha pagato il conto a causa della sconfitta rimediata per 2-0 nel derby dello Stadium.

Una decisione presa quasi a sorpresa dal presidente Cairo. Si, certamente questa sera abbiamo assistito ad una netta involuzione nel gioco da parte dei granata, ma c 'è da dire che il Toro si è trovato dinanzi una Juve affamata, vogliosa di fare risultato e con un organico nettamente superiore tecnicamente.

Sinisa Mihajlovic non è più l'allenatore del Torino

Evidentemente tutto ciò non è bastato ad evitare il tracollo per il tecnico serbo. Mihajlovic era alla guida della panchina granata dal maggio 2016, quando sostituì l'ex tecnico della nazionale Giampiero Ventura.

Durante l'operato del tecnico da sottolineare la crescita del talento connazionale Adem Ljaic, con il quale però ultimamente i rapporti non erano più idilliaci. L'ormai ex tecnico lascia i granata al decimo posto in campionato, a sole 5 lunghezze dalla zona Europa.

Aveva sempre ribadito di avere una squadra con un vasto potenziale, ma forse in realtà i rapporti con lo spogliatoio e con la dirigenza non sono mai stati così rosei. Si sa d'altronde , il sergente o si ama o si odia. Non ci sono mezzi termini. Così dopo Bologna, Fiorentina e Milan , Miha vive il quarto esonero della propria carriera da tecnico in Italia.

I numeri del sergente Mihajlovic

Mihajlovic alla guida del Torino ha totalizzato 57 gare in Serie A , ottenendo 18 vittorie , 24 pareggi , 15 sconfitte .

Dopo essere subentrato a Ventura il mercato gli consegna due colpi da novanta come Ljaic e Iago Falque dalla Roma , ma anche la cessione di un pilastro della difesa come Glik .

Esordisce in panchina il 13 agosto in coppa italia , ottenendo una larga vittoria ai danni della Pro Vercelli . Tra alti e bassi il Torino concluderà la scorsa stagione al nono posto dietro tutte le altre big .

Risultato non così esaltante ma tanto da fargli meritare la conferma per la stagione successiva . Il mercato del 2017 gli porta via Benassi , come da lui richiesto , e gli permette di inserire all'interno del suo scacchiere Tomas Rincon ; in difesa il colpo è certamente N'Kolou , da registrare anche gli arrivi di Ansaldi dall'Inter e del portiere italiano Salvatore Sirigu .

Il colpo richiesto dal tecnico per la stagione corrente è Mbaye Niang , per il quale Cairo sborserà una cifra vicina ai 20 milioni di euro .

Il campionato inizia alla grande , 3 vittorie su 5 , a cui segue però la disfatta nel derby della Mole per 4-0 . Successivamente arriveranno inceppi , dal momento che la squadra riesce a portare i 3 punti solo in casa contro il Cagliari . L'ultimo successo è datato 11 dicembre ai danni della Lazio , all'Olimpico di Roma . Poi, però, sono solo sconfitte ; l'ultima , complice una grande Juve segna la fine . Il presidente Cairo non vuol sentire ragioni , comunicando stamani l'esonero al tecnico serbo . Dura così solo una stagione e mezza l'era Mihajlovic.

Sono diversi i nomi che circolano, ma secondo le ultime indiscrezioni il candidato n.1 a sostituire Miha dovrebbe essere Walter Mazzarri , ex conoscenza del calcio italiano, viste le sue passate esperienza nelle panchine di Napoli e Inter.

Ovviamente si attendono aggiornamenti al riguardo, al momento non ci resta altro che dire bye-bye "Sergente", in bocca al lupo per il futuro !

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!