L'Inter continua la sua preparazione verso la gara contro il Benevento, partita che andrà in scena a "San Siro" sabato alle ore 20:45 per la 26esima giornata del campionato di Serie A. Luciano Spalletti cerca di riprendere il cammino verso un piazzamento in Champions League, ma in questo momento la squadra viaggia al quinto posto, scavalcata da Roma e Lazio, dopo la sconfitta sul campo di Marassi contro il Genoa di Ballardini. La clamorosa sconfitta è arrivata sotto gli occhi del vice presidente della Beneamata e grande ex capitano, Javier Zanetti, anche lui finito nel vortice delle critiche. Intanto la squadra cerca di stare lontana dalla polemiche godendosi la giornata di riposo concessa dal tecnico di Certaldo.

Pesanti critiche su Javier Zanetti

Il momento negativo dell'Inter porta nel vortice delle polemiche anche la dirigenza e la presidenza, non risparmando nessuno, nemmeno chi come Javier Zanetti è stato una delle bandiere nerazzurre. Anche lui, infatti, è stato preso d'assalto dai media, come riporta l'edizione del "Corriere della Sera", dove è stato riportato il durissimo attacco del noto giornalista pellizzari nei confronti dell'ex capitano dell'Inter: "E' una bandiera dell'Inter, fa il vicepresidente, ma mi chiedo dov'è, che cosa fa? E' una figura completamente assente, di cui l'Inter avrebbe bisogno, ma è una specie di fantasma".

Il noto giornalista commenta la classifica dei nerazzurri, criticando pesantemente il cammino della squadra, anche nelle gare vinte, che Pellizzari ha definito 'vittorie casuali'.

Il giornalista ha, infine, paragonato l'attuale Inter a quella degli ultimi anni guidata prima da Roberto Mancini e poi da Stefano Pioli. Conclude così: "La squadra non è da Champions, non ci va e non ci sono i soldi per rinforzarla".

I tifosi attendono la reazione della squadra

Intanto Luciano Spalletti, come tutti i tifosi, attende un chiaro segnale dalla squadra.

L'Inter attende segnali positivi anche dall'infermeria, da dove dovrebbero tornare arruolabili dal primo minuto sia Mauro Icardi che Ivan Perisic. In difesa c'è ancora il dubbio Miranda, al suo posto potrebbe esserci spazio per Lisandro Lopez in vantaggio su Ranocchia. A centrocampo potrebbe esserci la chance dall'inizio per Rafinha, al fianco di Vecino, mentre, per quanto riguarda il reparto offensivo, c'è il ballottaggio tra Antonio Candreva e Yann Karamoh.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!