Il 4 gennaio, Walter Mazzarri ha preso il posto dell'esonerato Mihajlovic sulla panchina granata. Dal suo insediamento è arrivata una media punti da Champions, con tre vittorie e due pareggi in cinque gare.

Una vittoria che infonde fiducia in vista del derby

Dopo l'esonero di Sinisa Mihajlovic, il Torino al suo posto aveva optato per Walter Mazzarri. Era il 4 gennaio scorso, quando il tecnico toscano ha iniziato il suo lavoro in casa granata. Che a distanza di poco più di un mese, si sta rivelando straordinario. Nelle cinque gare sotto la guida del nuovo tecnico, il Torino sembra un altra squadra. I risultati sono esaltanti, con tre vittorie e due pareggii.

Un'imbattibilità che continua e che fa ben sperare, in vista del derby della prossima giornata. Partita che dirà dove può arrivare il Toro, che con i risultati recenti può puntare all'Europa League. La gara contro l'Udinese, era di quelle a dir poco complicate. Per via dei risultati eccezionali dei friulani, che sotto la guida di Oddo sono rinati. Eppure i granata hanno vinto e convinto, confermando i progressi compiuti sotto la nuova gestione. Che ha ridato serenità e fiducia ai calciatori, che nell'ultimo tempo sembravano sfiduciati e smarriti. Anche i tifosi granata hanno ripreso a sognare [VIDEO], in quanto il sesto posto non è più impossibile. Il Torino al momento si trova al nono posto, a soli cinque punti dalla Sampdoria. Un distacco non impossibile da colmare, se si considera la media punti dei granata nelle ultime gare.

Nella gara di oggi è arrivata un'altra buona notizia, con il ritorno al gol di Belotti. Che, dopo l'infortunio che lo ha tenuto ai box per un po', sta cercando di ritrovare la forma migliore. Grazie anche all'aiuto del nuovo tecnico, che gli sta concedendo tanta fiducia.

Alcuni calciatori sono 'rinati' grazie a Mazzarri

Dall'arrivo di Mazzarri al Torino, non bisogna sottolineare solo i risultati positivi. In quanto dal suo arrivo, ne hanno giovato alcuni calciatori. In primis il talentuoso Niang, che sembrava un fantasma, per via delle sue prestazioni sottotono e svogliate. Il calciatore sembra rigenerato e voglioso di dimostrare il suo valore. Le sue prestazioni sono ritornate bel oltre la sufficienza, anche se da un calciatore come lui ci si attende sempre la giocata del fenomeno. Oltre alla punta, sono rinati Obi e Rincon. Titolari fissi con il tecnico ex Napoli, due pedine che si stanno rivelando fondamentali a centrocampo. Anche Molinaro sembra aver acquisito fiducia, cambiando passo sulla fascia sinistra. Mazzarri finora non ha cambiato modulo, lasciando la difesa a quattro come in precedenza [VIDEO]. A dimostrazione che ha saputo lavorare sopratutto sulla testa dei calciatori, che lo stanno ripagando con prestazioni formidabili. La Juventus dovrà fare attenzione a questo Torino, più che mai voglioso di ottenere una vittoria, che nel derby manca da troppo tempo.