Un'altra di quelle notizie di cui non vorremmo mai parlare. Purtroppo, invece, il mondo del calcio viene investito da un altro triste episodio riguardante un calciatore infortunatosi qualche tempo fa e che in età ancora molto giovane deve lasciare ufficialmente il mondo del calcio. Dopo avervi parlato della morte a causa di un cancro dell'ex calciatore del Manchester United [VIDEO], oggi focalizziamo l'attenzione sull'addio forzato al calcio di un altro profilo della Premier League.

Un infortunio che si è rivelato tragico: il calciatore deve dire addio alla sua passione

Secondo quanto riportato dalla redazione di Goal.com, infatti, a soli 26 anni Ryan Mason è costretto a lasciare il mondo del calcio, almeno per quanto riguarda quello giocato.

Ad un anno dal terribile scontro di gioco col difensore del Chelsea Gary Cahill nella sfida di campionato tra l'Hull City (squadra in cui Mason militava) e i Blues, il centrocampista classe 1991 appenderà gli scarpini al chiodo definitivamente. L'infortunio capitatogli lo scorso gennaio 2017, infatti, si è rilevato decisivo per il futuro della sua carriera.

Il giocatore aveva riportato un trauma cranico dopo uno scontro aereo con Gary Cahill. Immediatamente si è capita la gravità dell'episodio tant'è vero che il giocatore è stato subito sottoposto ad un intervento chirurgico per rimediare alla frattura. Nonostante la sua grande voglia di ritornare in campo, però, il giocatore dovrà rassegnarsi a non calcare più il rettangolo verde di gioco. Questo, infatti, uno dei suoi recenti messaggi apparsi sui social network: "Quando arriverà il giorno del mio ritorno in campo spero di poter rientrare subito in forma per aiutare la mia squadra".

L'annuncio ufficiale da parte del suo club di appartenenza

Purtroppo il suo sogno non potrà diventare realtà, ed è stato proprio il suo club ad informare tutti, scrivendo che "In seguito all’infortunio sofferto alla testa lo scorso 22 gennaio 2017, Ryan Mason è costretto a ritirarsi dal calcio con effetto immediato". Dopo essersi sottoposto a innumerevoli controlli con i migliori medici al mondo, infatti, nessuno gli ha dato l'ok per fare ritorno all'attività agonistica.

La conseguenza inevitabile è quindi il suo ritiro dal calcio giocatore.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie di calciomercato e, più in generale, sul mondo del calcio [VIDEO], continuate a seguirci su Blasting news.