L'Inter dopo la sconfitta contro il Genoa adesso non può più sbagliare: mister Spalletti chiama all'ordine i suoi giocatori, tra questi ecco Rafinha che scalpita per un posto tra gli undici che scenderanno in campo sabato sera alle 20,45 contro il Benevento nel campo della beneamata, San Siro.

Rafinha, il 'ragazzo di cristallo'

Rafinha Alcantara arriva in prestito dal Barcellona con il difficile compito di aiutare e sollevare un ambiente in evidente crisi fisica e psicologica.

Il calciatore approda in nerazzurro non al meglio della condizione, l'anno scorso con i blaugrana dopo un inizio strepitoso che lo aveva visto segnare 6 reti in 18 gare, ad Aprile arriva l'ennesimo crac, Rafinha si infortuna al menisco e rimane ai box per 8 mesi, il destino purtroppo gli aveva ancora tarpato le ali.

Ma ecco l'Inter, la sua grande chance per tornare ai livelli che li competono, ma mister Spalletti sa che con i giocatori fragili come il brasiliano ci vuole tempo e pazienza. Le prime uscite coi nerazzurri vedono il venticinquenne in panchina e subentrato solo nei minuti finali, ma sabato contro una squadra non troppo attrezzata come il Benevento, Rafinha potrebbe partire titolare, complici anche le deludenti ultime uscite di Marcelo Brozovic e Roberto Gagliardini.

Rafinha, un jolly per Spalletti

L'allenatore toscano Luciano Spalletti, con Rafinha ha in organico un vero e proprio jolly.

La velocità la tecnica e la duttilità del brasiliano lo rendono multi-ruolo, nello scacchiere nerazzurro potrebbe fare l'interno di centrocampo la mezzala o addirittura nel caso ce ne fosse bisogno il vece Icardi, facendo così il "falso nueve".

il ruolo occupato maggiormente dal giocatore è quello di centrale di centrocampo, con le sue doti, il trequartista è il ruolo che gli si addice di più, alle spalle dell'ex compagno nella cantera del Barca Mauro Icardi; infatti il brasiliano la sua esplosione l'ha avuta nell'anno in cui era in prestito al Celta Vigo, quando giocava a ridosso delle due punte.

Gli infortuni hanno spesso fermato la sua crescita ma ora sta bene ed è pronto ad aiutare la sua nuova squadra, l'Inter, il giocatore infatti si è detto pronto a ricoprire qualsiasi ruolo che il mister Spalletti gli dica di fare, quindi da parte sua c'è grande disponibilità nei confronti della società che ha creduto in lui prendendolo in prestito e puntando al riscatto, poichè convinta che quando Rafinha Alcantara si sarà ripreso, svolgerà un ruolo primario nell'Inter.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!