La ventisettesima giornata di campionato partirà oggi, alle 15, con il derby emiliano tra Spal e Bologna, e si chiuderà domani sera con quello della Madonnina, Milan-Inter. Nel mezzo, ci saranno Lazio-Juventus e Napoli-Roma che promettono spettacolo.

Gli anticipi di oggi, 3 marzo

Nel primo pomeriggio si gioca, al Paolo Mazza di Ferrara, Spal-Bologna. I ferraresi sono tornati alla vittoria domenica scorsa a Crotone dopo otto turni a secco, e si giocano una fetta importante di salvezza contro un Bologna che si è messo in una zona più tranquilla in virtù degli ultimi due successi consecutivi.

Pubblicità

Per le maggiori motivazioni e per il fattore casa, i giocatori di Semplici dovrebbero avere una marcia in più, con Kurtic e il bomber Antenucci su tutti. Tra i felsinei, invece, non bisognerebbe rinunciare a Dzemaili, che spesso porta bonus. Lazzari potrebbe essere la sorpresa.

Alle 18, spazio alla prima gara di cartello della giornata con la Lazio, fresca di eliminazione dalla Coppa Italia, che ospiterà la Juventus campione in carica. Si ritroveranno di fronte due tra gli attacchi più prolifici del campionato: i biancocelesti, "bestia nera" stagionale dei bianconeri, sono in piena corsa Champions e non hanno intenzione di mollare proprio ora, con Inzaghi che dovrebbe schierare la squadra tipo; Milinkovic-Savic e Immobile sanno come colpire la "Vecchia Signora".

Allegri, senza Higuain, dovrebbe riconfermare il 4-3-3 con il ritorno da titolare di Dybala, chiamato a fare la differenza dopo il rigore sbagliato all'andata. Da tenere d'occhio anche Benatia, pericolo numero uno sui calci d'angolo; aria di derby per l'ex giallorosso.

Alle 20:45, il Napoli si prepara a ricevere la Roma di Di Francesco: gli azzurri sono in cerca dell'undicesima vittoria di fila, con Sarri che si affiderà ai consueti "titolarissimi". In forte dubbio Hamsik, colpito dall'influenza, che potrebbe lasciare il posto a Zielinski che, con i suoi inserimenti, potrebbe risultare letale insieme allo scatenato Mertens e allo "scugnizzo" Insigne che ha già colpito nel match d'andata.

Pubblicità

I giallorossi arrivano al San Paolo dopo le due sconfitte contro lo Shakhtar Donetsk e il Milan che hanno minato le certezze ritrovate nell'ultimo periodo. I capitolini non possono permettersi altri passi falsi, e quasi certamente si affideranno all'esperienza di Kolarov e Nainggolan, apparsi in calo di forma ultimamente, ma si consiglia di puntare anche su Florenzi.

Le gare di domenica 4 marzo

La domenica si apre con il lunch-match di Marassi tra Genoa e Cagliari. I padroni di casa hanno cambiato marcia da quando Ballardini ha sostituito Juric sulla panchina, ma sabato scorso sono stati sconfitti a Bologna.

I sardi, dal canto loro, non stanno attraversando un buon momento di forma, come testimoniano i cinque gol presi lunedì sera dal Napoli. Si prospetta una partita povera di reti, dunque non si dovrebbe sbagliare nello schierare Mattia Perin, che sta vivendo una delle sue migliori stagioni in Serie A. Tra gli ospiti, risulta piuttosto stuzzicante l'idea di schierare l'ex Pavoletti e il rilancio di Joao Pedro che manca da parecchio l'appuntamento con il gol. Invece, una sorpresa potrebbe essere rappresentata da Hiljemark.

Pubblicità

Il programma delle ore 15 prevede un'interessantissima sfida per l'Europa League tra Atalanta e Sampdoria, due delle squadre che esprimono il miglior calcio in Italia. Questa potrebbe essere una delle gare più ricche di bonus, dunque tra i nerazzurri risultano interessanti Cristante, Ilicic e Gomez, mentre tra i blucerchiati non si può rinunciare a Torreira, Quagliarella e Zapata. Spinazzola potrebbe essere il jolly.

Al Vigorito passerà uno degli ultimi treni salvezza per il Benevento: lo scontro diretto con l'Hellas Verona non si può assolutamente sbagliare. Le due formazioni cercheranno di superarsi a vicenda, dunque meglio evitare le difese e puntare sui centravanti: da una parte Brignola, mentre per gli scaligeri il duo Kean-Petkovic. Tornando al nord, Chievo-Sassuolo dovrebbe essere sulla falsariga di Genoa-Cagliari, una sfida in cui quasi sicuramente vincerà la noia: Sorrentino in porta può essere un'ottima scelta, mentre dall'altra parte ci sarà un Acerbi in cerca di riscatto dopo l'ultima prestazione. Hetemaj da lanciare, potrebbe essere l'uomo della provvidenza.

Torino-Crotone, classifica alla mano, è molto più importante per i calabresi, ma i granata di Mazzarri vorranno rialzarsi dopo il Ko di Verona: Belotti è a caccia di gloria per rilanciare una stagione fin qui anonima, e potrebbe segnare più di un gol. Tra i ragazzi di Zenga, da schierare un Mandragora in forma, mentre per il Toro anche Obi potrebbe entrare nel tabellino dei marcatori.

Udinese e Fiorentina hanno poco da chiedere alla classifica, quindi giocheranno senza pressioni. Si consiglia di puntare su: Widmer, Barak, Jankto, Benassi, Veretout e Chiesa. Si arriva, così, al derby milanese: rossoneri in gran forma, ma su tutti spiccano soprattutto Bonaventura e Suso. Icardi e Skriniar, invece, potrebbero risultare decisivi per la formazione di Spalletti.