E' il momento in cui le squadre provano a riordinare le idee in vista del rush finale di campionato. Non è una possibilità che tutti hanno, tenuto conto che i nazionali sono impegnati nelle rispettive selezioni.

Chi, invece, con buona probabilità lavora giorno e notte sono i dirigenti. Questo è il momento in cui si delineano le strategie per la prossima stagione. Bisogna muoversi in anticipo, individuare gli uomini che si possono muovere nel prossimo mercato e capire quali potrebbero essere le idee tattiche per l'anno che verrà.

L'Inter sembra avere un vantaggio, ossia programmare sapendo che alla guida ci sarà Luciano Spalletti.

Appare oggi difficile che possa maturare un esonero del tecnico che ha ancora un anno di contratto: l'unica ipotesi che potrebbe far vacillare la sua posizione è la (malaugurata) mancata qualificazione alla prossima Champions League.

Inter: le esigenze di Luciano

Le ultime dichiarazioni dell'allenatore di Certaldo hanno fatto rumore, ma non hanno fatto altro che ufficializzare quanto la società sapeva già e quanto era noto ai più. L'attuale squadra dell'Inter ha una grande forza fisica, una buona capacità media di corsa ma manca di qualità. Chi deve stare in alto in Italia ed in Europa ha necessità di calciatori che sappiano portare il pallone con la testa alta, che siano in grado di rompere la logica degli attacchi per sorprendere gli avversari oltre ad avere nelle loro corde la capacità di verticalizzare o mettere in pratica la giocata risolutiva.

Calciatori di questo tipo hanno un elevato valore di mercato, pertanto l'Inter è obbligata a scandagliare mercati e piste che non sono ancora note a molti grandi club. Suning è impossibilitata dal Fair Play Finanziario e dalla politica economica cinese a fare grandi eventi, dunque Ausilio e Sabatini dovranno avere la capacità di mettere a segno colpi che non prevedano sensibili esborsi economici.

Inter: regista cercasi

Per definizione il calciatore che alza il livello della qualità del gioco di squadra è il regista. E oggi i nerazzurri sono pronti a stringere contatti con il Boca per Nahitan Nandez, Si tratta di un centrocampista di qualità che ricorda molto Pizarro, ex nerazzurro e che Spalletti ha avuto alla Roma. Prenderlo comporterebbe un sacrificio economico inferiore rispetto ad altri elementi che occupano lo stesso ruolo, ma che oggi appaiono fuori budget come ad esempio Torreira della Sampdoria.

A scriverlo è Tuttosport.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!