La Salernitana piazza il poker salvezza ma non c'è gioia a fine gara per il patron Lotito che viene contestato dai tifosi ed è protagonista di un battibecco con la vigilanza. Nonostante l’importanza del match, l’Arechi presentava diversi spazi vuoti a conferma della disaffezione dei tifosi che si aspettavano un campionato di ben altro tenore. Da segnalare lo striscione in memoria del tifoso bresciano Roberto Bani in curva sud a rinnovare la storica amicizia con i sostenitori lombardi. Nell’occasione, Colantuono è stato costretto a fare a meno di Tuia, Minala, Monaco e Bernardini. Il tecnico granata ha concesso nuovamente fiducia a Rosina.

Dall'altra parte Boscaglia è stato costretto a rivedere l’assetto difensivo e si è affidato all'intramontabile Caracciolo in avanti. I granata sono partiti timorosi ed hanno concesso campo alle rondinelle che per venticinque minuti hanno tenuto il pallino del gioco e sfiorato il vantaggio con un colpo di testa di Caracciolo da distanza ravvicinata salvato miracolosamente da Radunovic. La Salernitana si è sbloccata al 27′ con Sprocati che viene messo da Rosina davanti alla porta e supera Minelli con un preciso diagonale. L’attaccante firma il decimo gol stagionale e festeggia al meglio il campionato.

Salernitana: Sprocati sblocca il risultato

Nel finale il Brescia è andato vicino al pari con Torregrossa che non ha sfruttato al meglio un buco di Casasola concludendo sul fondo.

In avvio di ripresa gli ospiti si sono pericolosi prima con una conclusione dalla distanza di Bisoli e poi con una gran giocata di Caracciolo. Al 6′ è stato annullato il gol del raddoppio a Bocalon per un evidente fallo di mani. Un minuto dopo è arrivato il pareggio del Brescia con una prodezza dalla distanza del diciottenne Sandro Tonali.

Reazione immediata dei padroni di casa che hanno sfiorato il nuovo vantaggio con un colpo di testa di Bocalon che termina alto. Colantuono ha provato a cambiare qualcosa con l’ingresso di Zito per Kiyine ma è stato il Brescia ad andare vicino al raddoppio con Tonali che spreca da posizione favorevole.

Immediata la risposta dei granata con Minelli che per poco non regala il tris ai padroni di casa. Il portiere non ha potuto nulla al 15′ sulla tripla conclusione ravvicinata di Bocalon su assist di Sprocati. Al 24′ la Salernitana ha firmato la terza rete con una papera di Minelli su tiro cross di Rosina che ha provocato l’autorete di Somma. Tre minuti dopo il Brescia tornato in partita con il primo gol in serie B di Okwonkwo che sorpreso la difesa granata. Al 34′ occasionissima per Zito che si fa ipnotizzare da posizione da Minelli. Il napoletano non spreca al 37' quando ha servito il poker al termine di una bella combinazione Casasola-Odier.

Zito, che ingenuità: gol ed espulsione

Nell'occasione l'esterno ha esternato la propria gioia togliendosi la maglia e rimediando il secondo giallo che l'ha costretto a prendere la strada degli spogliatoi anzitempo.

Subito dopo il Brescia ha sfiorato il gol del 4 a 3 con Torregrossa che trova la pronta risposta di Radunovic. Finale incandescente con il tecnico granata Colantuono che è stato espulso per proteste. Al 43′ Minelli ha salvato i suoi su un colpo di testa di Casasola. Nel finale nuova chance per Torregrossa con una conclusione a giro che termina a lato di poco e per Bocalon che centra il portiere ospite da buona posizione. Al termine della gara Lotito è stato avvicinato da alcuni tifosi che gli chiedevano lumi in vista della prossima stagione e provvedimenti per Zito (in arrivo una multa). Il patron della Lazio ha sbottato contro gli addetti alla vigilanza minacciando provvedimenti severi e denunce in caso di episodi simili a quelli verificatisi a Liverpool.

"L'anno prossimo si occuperà del servizio il mio istituto di vigilanza". Una dura presa di posizione che conferma, però, la volontà del massimo dirigente di proseguire la sua avventura alla Salernitana.

Segui la nostra pagina Facebook!