L'Inter è molto attiva sul mercato vista l'esigenza di dover rinforzare la rosa a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti in vista della prossima stagione, che vedrà il ritorno dei nerazzurri in Champions League dopo sette anni di assenza. Un ritorno che, però, renderà necessari investimenti importanti visto che nell'annata appena conclusa la squadra ha denotato qualche carenza anche a livello numerico. La priorità sarà regalare all'allenatore nerazzurro il centrocampista belga, Radja Nainggolan, che la Roma ha aperto alla cessione dopo le barricate fatte lo scorso anno.

I due club avrebbero ben avviato i discorsi sulla base di un'offerta da ventinove milioni di euro più il cartellino del giovanissimo Niccolò Zaniolo, protagonista con la maglia della Primavera della vittoria scudetto.

Occhio, però, anche ad Andrea Pinamonti, che piace da tempo ai giallorossi e già vicino al trasferimento a gennaio. In quel caso il Sassuolo trovò l'accordo con l'Inter sulla base di dieci milioni di euro, ma fu il classe 1999 a rifiutare la destinazione volendosi giocare le sue carte in nerazzurro fino al termine della stagione.

Tra i nuovi rinforzi, forse anche Dembelé e Strootman

Nainggolan, però, non sarà l'unico rinforzo dell'Inter nella prossima estate. Sistemato il bilancio entro il 30 giugno, con la chiusura in pareggio necessaria per eliminare definitivamente i paletti imposti dalla Uefa con il fair play finanziario, la società nerazzurra potrà muoversi con maggiore libertà. A centrocampo arriverà almeno un altro rinforzo oltre al centrocampista belga e i nomi sul piatto sono quelli di Dembelé e Strootman (che ha una clausola rescissoria tra i trentacinque e i quaranta milioni di euro) da affiancare a Brozovic.

Non è escluso un tentativo per tenere Rafinha [VIDEO] e arretrare Nainggolan in mediana. Arriverà, poi, un esterno offensivo visto il rendimento al di sotto delle aspettative di Antonio Candreva in questa stagione, con zero reti segnate in campionato.

In questo senso va avanti la trattativa [VIDEO] per Federico Chiesa, esterno della Fiorentina in grado di giocare in tutti i ruoli sulla trequarti e in attacco, oltre ad aver dimostrato di poter essere adattato anche come quinto di destra in un centrocampo a destra. Il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli, ne ha più volte tessuto le lodi, impiegandolo anche come attaccante ma non ha escluso che il giocatore possa essere ceduto in questa sessione di mercato.

La richiesta dei Della Valle è di settanta milioni di euro ma l'Inter sta pensando di inserire delle contropartite tecniche, quali potrebbero essere Karamoh e Dalbert, più un conguaglio economico da cinquanta milioni di euro. La linea difensiva è pressoché completata con gli arrivi di Kwadwo Asamoah e Stefan De Vrij, approdati a parametro zero dopo essere andati in scadenza di contratto rispettivamente con la Juventus e con la Lazio.

La Gazzetta, dunque, ha ipotizzato quello che potrebbe essere il 4-2-3-1 che scenderà in campo nella prossima edizione della Champions League:

Inter (4-2-3-1): Handanovic, D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij (Miranda), Asamoah, Brozovic (Gagliardini), Dembelé (Strootman), Chiesa (Candreva), Nainggolan, Perisic, Icardi (Lautaro Martinez).