L'Inter non è attiva solo sul mercato in uscita, nonostante la necessità di dover chiudere il bilancio in pareggio entro il 30 giugno, ma si sta muovendo anche per quanto riguarda le operazioni in entrata, anche se queste verranno comunque concretizzate a partire dal 1 luglio. Il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, nei summit avuti con la dirigenza, ha ribadito la necessità di dover rinforzare la rosa a sua disposizione in vista anche della partecipazione alla Champions League, visto che già nell'annata appena terminata la stessa ha denotato non poche carenze, in particolar modo a centrocampo.

Sul taccuino del tecnico, tra gli altri, ci sono i nomi di Nainggolan e Chiesa.

Nainggolan primo nome

L'ex allenatore della Roma, infatti, ha posto in cima alla lista il nome del centrocampista belga, Radja Nainggolan, che quest'anno potrebbe lasciare la Roma. Discorso ben diverso rispetto a quanto successo lo scorso anno, quando i capitolini rifiutarono un'offerta da oltre cinquanta milioni di euro dell'Inter, ritenendolo incedibile. Quest'anno, invece, la società giallorossa ha aperto ad una possibile trattativa con i nerazzurri e questa sembra perfino ben avviata, visto che, stando a quanto riportato da Tuttosport, le due società avrebbero trovato l'accordo sulla base di 29 milioni di euro più il cartellino del giovane talento della Primavera, Zaniolo, protagonista nella vittoria del campionato.

L'altro grande obiettivo dell'Inter è l'esterno della Fiorentina Federico Chiesa. Il giocatore anche in questa stagione ha mostrato tutte le sue qualità, dimostrando anche una certa duttilità giocando sia da esterno in un 3-5-2 che in un 4-2-3-1, oltre ad essere adattato come seconda punta nel finale di stagione nel 3-5-2 di Pioli.

Spalletti lo ritiene il giocatore ideale per sostituire Antonio Candreva, che in questa stagione non è riuscito a dare il proprio apporto, rimanendo a secco in campionato. Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, l'Inter ha avanzato un'offerta che sta facendo vacillare la Fiorentina: cinquanta milioni di euro più i cartellini di Yann Karamoh, Dalbert e un giovane della Primavera, che potrebbe essere il terzino Valietti, già vicino alla cessione al Sassuolo a gennaio.

Come può cambiare l'Inter

Due acquisti che potrebbero stravolgere il volto dell'Inter, che deve ancora sciogliere il nodo relativo al fantasista brasiliano Rafinha Alcantara, tornato al Barcellona dopo il prestito di sei mesi. Il giocatore, però, ha ribadito la propria volontà di restare a Milano e i due club starebbero trattando sulla base di un prestito con obbligo di riscatto per posticipare l'esborso al prossimo anno, intorno ai quaranta milioni di euro.

Da sciogliere, invece, il nodo relativo al terzino destro, visto che Joao Cancelo è tornato al Valencia e sembra vicino alla Juventus. Al momento lì giocherebbe Danilo D'Ambrosio, ma non è escluso un arrivo a sorpresa, quale potrebbe essere quello del terzino croato dell'Atletico Madrid, Sime Vrsaljko.

A sinistra, invece, è arrivato a parametro zero Asamoah, in scadenza di contratto con la Juventus, così come De Vrij, arrivato dalla Lazio a costo zero. Questa la possibile nuova Inter se gli affari citati dovessero andare in porto: Inter (4-2-3-1): Handanovic, D'Ambrosio, Miranda, De Vrij, Asamoah, Nainggolan, Brozovic, Chiesa, Rafinha, Perisic, Icardi.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!