L'Inter ha praticamente chiuso la trattativa per il terzino croato Sime Vrsaljko, andando così a completare il reparto arretrato. L'Atletico Madrid infatti ha deciso di accettare l'offerta della società nerazzurra: prestito oneroso da otto milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 18 milioni di euro. Decisiva, per la buona riuscita dell'operazione, la volontà dello stesso Vrsaljko, che ha rifiutato le offerte di Bayern Monaco e Napoli pur di trasferirsi a Milano. Adesso resta da completare la rosa con un centrocampista di livello e il nome in pole è quello di Arturo Vidal.

Inter, priorità a Vidal

Ora la società nerazzurra deve completare la campagna acquisti con un centrocampista di livello internazionale da schierare al fianco di Marcelo Brozovic. Il nome in pole position resta quello di Arturo Vidal, ormai corpo estraneo all'interno del Bayern Monaco. Il centrocampista cileno non è stato convocato per la tournéé in America e si sta allenando da solo a Monaco, dove sta recuperando la forma migliore dopo l'operazione al ginocchio. L'ex Juventus ha il contratto in scadenza a giugno 2019 e lascerà dunque sicuramente il club tedesco che non vuole però perdere a parametro zero un giocatore costato 40 milioni di euro. L'Inter è in pole position e ha già avanzato una prima offerta da venti milioni di euro, con il Bayern che, però, chiede trenta milioni.

I colloqui vanno avanti e, intanto, il centrocampista ha già fatto sapere di volersi trasferire a Milano, riducendosi l'attuale ingaggio di otto milioni di euro e andando a firmare un contratto triennale a poco più di quattro milioni di euro a stagione più bonus. Occhio alla concorrenza del Manchester United, anche se il figlio dello stesso Vidal, in una diretta social, ha svelato che l'altro club interessato al centrocampista cileno, oltre all'Inter, è il Barcellona.

Kovacic alternativa a Vidal

Inter che, però, non sta valutando solo Arturo Vidal come possibile rinforzo a centrocampo. I nerazzurri, infatti, avrebbero individuato anche la prima alternativa che risponderebbe al nome del centrocampista croato Mateo Kovacic, che vuole lasciare il Real Madrid questa estate per poter trovare più spazio (nei Blancos è chiuso da Kroos, Modric, Casemiro e Isco).

Il Real lo ha acquistato tre anni fa proprio dall'Inter per trentacinque milioni di euro ma il croato non è mai riuscito ad imporsi e a ritagliarsi un ruolo importante in prima squadra. Nonostante ciò, Zinedine Zidane lo scorso anno bloccò la sua cessione, dicendo che puntava molto su di lui, pur non essendo un titolarissimo. L'addio del tecnico francese potrebbe adesso agevolare ancora di più la partenza del giocatore croato.

Il Real Madrid, almeno per il momento, pur non dichiarando Kovacic incedibile, ha fatto sapere di non essere disposto a sedersi al tavolo delle trattative per offerte inferiori ai trenta milioni di euro. L'Inter, dunque, prima di muoversi in entrata dovrà effettuare una cessione.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Real Madrid
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!