La Francia sta letteralmente incantando tutti col suo gioco spumeggiante, frutto della rapidità di passaggio e del talento dell'undici allenato da Didier Deschamps. I transalpini riescono a battere il Belgio di Martinez per 1 a 0, grazie al gol di Umtiti e arrivano in finale. I 'Galletti' erano una delle nazionali favorite per questo mondiale, ma nessuno si aspettava tanta personalità, soprattutto considerando che la squadra è una delle più giovani del torneo e che per arrivare a certi livelli in competizioni come il Mondiale ci vuole sempre una certa esperienza.

Il cammino dei Bleus

Gli uomini di Didier Deschamps hanno cominciato il mondiale vincendo contro l'Australia per 2 a 1, una partita abbastanza dispendiosa a livello fisico, dove i transalpini avevano sofferto molto la fisicità degli avversari. Malgrado le difficoltà i 'Galletti' però riuscirono a portare a casa i 3 punti, grazie a un autogol propiziato da Paul Pogba, stella del Manchester United. La stampa francese cominciava già a mugugnare, sembrava la solita Francia, molto forte e piena di talenti ma poco concreta.

Ciò nonostante la seconda partita contro il Perù, viene letteralmente dominata dai Bleus, che vincono per 1-0 grazie a un gol di Kylian Mbappè ma producono numerose occasioni da gol che vengono salvate da Gallese, portiere del Perù.

Il terzo incontro prevede una Francia già qualificata che pareggia contro la Danimarca per 0 a 0, Deschamps si limita a fare turnover dando spazio alle seconde linee come: Mandanda, Thauvin, Tolisso, Sidibè, Fekir ecc.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Mondiali Russia 2018

Il girone C vede i transalpini concludere in cima alla classifica con 7 punti, ciò comporta l'abbinamento con la seconda del gruppo D che è l'Argentina. L'ottavo di finale tra Francia e Argentina è sicuramente uno degli incontri più spettacolari del torneo, la partita si conclude 4 a 3 per i Bleus, guidati dal talento di Kylian Mbappè. Il giocatore del Paris Saint Germain si rende protagonista di una partita strepitosa conclusa con un rigore procurato e una doppietta che elimina l'undici di Jorge Sampaoli, proiettando la nazionale francese ai quarti.

Nei quarti di finale la Francia incontra una delle avversarie più ostiche, ovvero l'Uruguay di Tabàrez. La 'Celeste' prima dell'incontro contro i transalpini non aveva perso nemmeno un match, aveva subito solo un gol e aveva messo in luce una coppia d'attacco fantastica composta da Suarèz e Cavani. Pogba e compagni si riescono a imporre per 2-0, grazie a un gol di Varane e il raddoppio di Griezmann, favorito da una papera di Muslera.

I Bleus approdano in semifinale dove affrontano il Belgio, una squadra giovane e piena di talento proprio come la formazione di Deschamps. Per la prima volta in questo torneo la Francia subisce il gioco degli avversari e nella prima frazione di gioco non si rende pericolosa, a parte un diagonale di Pavard deviato in corner da Courtois. la svolta arriva nella ripresa con un gran colpo di testa di Umtiti che porta sull'1 a 0 finale i francesi dopo grande sofferenza dovuta alle giocate di Eden Hazard, talento del Chelsea. La Francia va in finale per la terza volta sua storia.

I punti di forza

Il punto di forza della nazionale di Didier Deschamps è sicuramente la difesa che si è rivelata invalicabile. Lloris una vera certezza in porta, il portiere del Tottenham ha compiuto dei miracoli in questo mondiale: la parata sullo 0 a 0 contro il Belgio su un tiro di Alderweireld destinato all'incrocio dei pali o il colpo di testa di Caceres destinato all'angolino che sarebbe valso il pareggio per l'Uruguay. I due centrali difensivi Varane e Umtiti sono delle sicurezze, non a caso giocano titolari in squadre blasonate come Real Madrid e Barcellona, inoltre si sono rivelati fondamentali anche in fase offensiva segnando gol decisivi.

Altro punto forte è il talento cristallino di Mbappè, che sta strabiliando tutti con le sue giocate e con la personalità considerando che deve ancora compiere vent'anni. Per numerosi addetti ai lavori è il degno erede di una leggenda come Thierry Henry, su di lui vi è il forte interesse del Real Madrid. La Francia incontrerà in finale la vincente della semifinale di questa sera tra Inghilterra e Croazia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto