Un duplice obiettivo nella missione inglese dei dirigenti del Milan. Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli sarebbero volati a Londra, non solo per incontrare i vertici di Elliott Management Corporation che sono, ufficialmente, i nuovi proprietari del club, ma anche per tentare il colpo grosso per l'attacco. Alvaro Morata rientra da oltre un anno nella lista dei desideri del diavolo ed oggi sarebbe il nome prescelto per rinforzare il reparto avanzato in vista della stagione 2018/2019, alla luce delle grandi delusioni di Nikola Kalinic e Andre Silva. Non è certamente un'operazione semplice, lo spagnolo del Chelsea ha un costo intorno ai 60 mln di euro, oltre ad un ingaggio importante.

Con la partenza certa di Kalinic, direzione Atletico Madrid, il Milan necessita di un attaccante di peso. Morata gradirebbe il ritorno nel campionato italiano ma, come detto, non sarà una trattativa facile.

Altro grande obiettivo per il reparto avanzato

Un altro nome nei pensieri di Massimiliano Mirabelli sarebbe quello di Gonzalo Higuain la cui partenza dalla Juventus sarebbe scontata alla luce dell'arrivo di Cristiano Ronaldo. Secondo alcune indiscrezioni, ci sarebbe stato un sondaggio del Milan, tradotto nei contatti con il fratello-agente dell'argentino, Nicolas, per capire quante probabilità ci sono per condurre l'affare. Sempre secondo i rumors, Gonzalo Higuain non disdegnerebbe di restare in Italia e potrebbe gradire la destinazione MIlano.

La Juventus lo valuta circa 60 mln, ma si potrebbe arrivare ad un punto di incontro. Occhio però alla concorrenza del Chelsea, l'attaccante bianconero è certamente in cima alla lista di Maurizio Sarri, neo-allenatore dei blues, considerate le straordinarie stagioni in cui lo ha avuto a disposizione a Napoli.

Cessioni: almeno un 'big' potrebbe lasciare Milano

Chiaro che il Milan, prima di operare il colpo grosso in entrata, ha assoluta necessità di fare cassa ed in tal caso ci sono alcuni 'big' che potrebbero fare le valigie e che, certamemte, hanno mercato in Italia ed all'estero. Tra questi Gigio Donnarumma (la cui valutazione è di circa 70 mln), Suso (la cui clausola è scaduta e, dunque, per prenderlo bisogna trattare con il Milan) e Leonardo Bonucci (secondo i rumors ci sarebbero PSG e Manchester United sulle sue tracce).

Il mercato rossonero, però, a conti fatti, non decollerà almeno fino alla prossima settimana. Nell'immediato futuro, infatti, ci sono due date importanti per altrettanti eventi che potrebbero decisamente condizionare l'intera prossima stagione: quella del 19 luglio in cui è previsto il pronunciamento del TAS circa la conferma dell'esclusione o la riammissione del Milan in Europa League e l'assemblea dei soci del 21 luglio.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!