Soualiho Meité è sicuramente la grande rivelazione di questa prima parte della stagione con la maglia del Torino. Il centrocampista francese è arrivato in sordina dal Monaco, nell'ambito dell'operazione che ha portato nel Principato di Monaco il laterale sinistro, Antonio Barreca. Da subito il transalpino è diventato una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Walter Mazzarri, che lo ha praticamente sempre usato fino ad ora. Meité, d'altronde, in questa stagione conta 18 presenze, con due reti messe a segno, e con l'unica partita saltata per squalifica.

Pubblicità

Le giocate del centrocampista francese hanno attirato l'attenzione dei grandi club, che hanno bussato alle porte del Toro già in questa sessione di mercato. Su tutti c'è da segnalare l'interesse di Roma e Tottenham.

Roma e Tottenham su Meité

L'uomo mercato in casa Torino in questi primi giorni di gennaio è sicuramente Soualiho Meité. Il giocatore è una delle rivelazioni di questa parte della stagione, e ha preso in mano il centrocampo granata dando una grossa mano e risultando spesso essere uno dei migliori in campo.

Non è un caso che in questi giorni si siano fatti sotto grandi club come la Roma e il Tottenham. I giallorossi hanno bisogno di un rinforzo in quel reparto a causa dei vari problemi fisici accusati in questa prima parte dell'annata da Daniele De Rossi, il cui rientro è ancora incerto, e da Javier Pastore, costretto spesso ai box per problemi muscolari. Gli Spurs, invece, cercano il sostituto di Moussa Dembélé, centrocampista belga in scadenza di contratto a giugno, che ha già rifiutato il rinnovo con gli inglesi e il cui futuro dovrebbe essere in Cina, dove non mancano i club interessati a lui.

Pubblicità

La risposta del Torino

La Roma si è spinta ben oltre il semplice sondaggio, arrivando ad offrire fino a 15 milioni di euro. Diverso, invece, almeno per il momento, il discorso relativo al Tottenham, che ha fatto solo un sondaggio e rimandato alla prossima estate, probabilmente, la presentazione di un'offerta ufficiale.

Il patron del Torino, Urbano Cairo, comunque, non ha alcuna intenzione di privarsi di un elemento cardine dell'undici di Mazzarri. L'obiettivo è quello di tornare in Europa e in questo momento è alla portata dei granata, che sono noni in classifica con 27 punti, a meno tre dalla Roma sesta in zona Europa League e con soli cinque punti di ritardo dalla Lazio quarta in zona Champions.

Il Toro, dunque, ha rinviato alla prossima estate ogni discorso relativo alla possibile cessione di Meité. Il club ha fatto sapere, comunque, che si siederà al tavolo delle trattative solo per offerte intorno ai 30 milioni di euro. In questa sessione, invece, si punterà a fare piuttosto un innesto a centrocampo dopo la partenza di Soriano.