Ieri sera la Juventus, al Wanda Metropolitano, ha rimediato un'inaspettata sconfitta per 2-0. La squadra dopo un primo tempo accettabile, nella ripresa si è lasciata sorprendere da un paio di palloni inattivi e in poco più di cinque minuti ha incassato due reti pesanti. Gli uomini di Massimiliano Allegri di fronte all'Atletico Madrid sono apparsi ridimensionati, senza idee di gioco e troppo attendisti. Il risultato adesso complica molto l'accesso ai quarti perché al ritorno, previsto tra 20 giorni all'Allianz Stadium, occorre vincere con un rotondo 3-0 e vista la difesa dei colchoneros non sarà facile.

Terminato il match Andrea Pirlo e Alessandro Del Piero hanno fatto un'analisi su quanto è accaduto a Madrid, nella trasmissione "Champions League show" di Sky Sport.

L’analisi di Pirlo

L'ex centrocampista di Juventus e Milan ha evidenziato che quando si gioca ad alti livelli è normale avere grandi pressioni, ma chi partecipa al massimo torneo europeo deve saper affrontare queste situazioni. I bianconeri, cannibali sui campi italiani, nello stadio dei Rojiblancos sono apparsi privi di personalità, senza grinta. Imbrigliati tra le strette maglie dei padroni di casa, non sono riusciti a inventare qualcosa per cambiare le sorti del match, anzi dopo il primo gol a distanza di pochi minuti si sono fatti sorprendere dal secondo.

Gli uomini di Allegri sembravano aspettare solo il trascorrere dei minuti che tanto prima o poi la rete sarebbe arrivata: "Sembrava una squadra attendista", questa l’affermazione del “maestro”.

Il giudizio di Del Piero

Anche Alessandro Del Piero, inviato di Sky a Madrid, è d'accordo con Pirlo. L'ex attaccante bianconero pensa che la Vecchia Signora per continuare il suo cammino in Champions debba fare molto di più, rispetto a ciò che ha fatto ieri sera perché in Europa vince chi fa gioco offensivo.

Del Piero rema all'unisono con Allegri quando in settimana ha predicato ai suoi di far girare molto la palla, cercando di attaccare sugli esterni. L'inviato giudica positivo l’arbitraggio e dei bianconeri salva solo Giorgio Chiellini e Cristiano Ronaldo per il resto il succo del suo pensiero si racchiude in queste parole: "Tra le due squadre l'Atletico ha cercato di vincere, i bianconeri erano preoccupati di non prendere gol".

La Juventus anche con Ronaldo ha compromesso il proseguo nel torneo, ma in questi venti giorni è possibile che il "conte Max" si inventi una genialiata e complice il tifo dell'Allianz Stadium si può sperare in una rimonta.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!