La Juventus è oramai il riferimento principale italiano per quanto riguarda il calcio, e lo sta diventando anche a livello mondiale, grazie alla capacità di saper combinare risultati sportivi a quelli economici. Ed è proprio il presidente del Milan Paolo Scaroni, in una dichiarazione rilasciata all'evento "Il Foglio a San Siro", a confermare questo fatto, riconoscendo l'abilità gestionale della presidenza e della dirigenza della Juventus. Oltre all'incremento delle entrate associate al merchandising, all'incremento degli introiti associati ai diritti televisivi e ai premi per i risultati raggiunti in Champions League, uno dei fattori principali per la crescita economica della Juventus è proprio lo stadio.

La Juventus fattura tre volte di più del Milan solo con lo stadio

Uno dei principali punti di forza della Juventus è proprio l'Allianz Stadium: solo grazie ai ricavi da stadio, la società bianconera incassa la bellezza di 500 milioni di euro, mentre il Milan con San Siro ne guadagna appena 203 di milioni di euro. È un dato evidente di come la Juventus abbia non solo un'abilità tecnica nel trovare giocatori adatti a raggiungere i risultati stagionali, ma anche gestionale. Ed è quindi diventata un vero e proprio modello di riferimento anche per società che stanno riacquistando la notorietà di un tempo, come Inter e Milan. L'arrivo di Cristiano Ronaldo, se da un lato è significato un esborso economico non indifferente (100 milioni di euro più uno stipendio superiore ai 20 milioni di euro a stagione) ha portato benefici dal punto di vista del merchandising e delle nuove intese commerciali con grandi brand.

Le possibili trattative di mercato della Juventus

Resta però evidente la crescita anche del Milan negli ultimi mesi, merito del lavoro dei dirigenti ma anche di Gattuso, che ha saputo assemblare una squadra piena di giovani ed è quarta in classifica davanti a squadre candidate ad un posto in Champions League come Lazio e Roma.

Riguardo al mercato della Juventus invece, ci aspettiamo interessanti trattative per il Calciomercato estivo: in difesa gli investimenti in difensori centrali saranno almeno due, mentre a centrocampo, in caso di cessione importante (si parla di un interesse del Real Madrid per Pjanic) potrebbe arrivare un giocatore fra Kanté e Ndombelé.

Per il settore avanzato possibile la cessione di un centrocampista offensivo (Douglas Costa potrebbe lasciare Torino), ed in tal caso il giocatore che interessa alla dirigenza juventina è Federico Chiesa.