Nella giornata di ieri, l'Udinese ha superato la Spal tra le mura amiche con un sofferto 3-2, nella gara valida per la 37^ giornata del campionato di Serie A. I friulani con questo successo attendono il risultato della sfida Empoli-Torino, che in caso di mancato successo dei toscano garantirebbe la matematica certezza della salvezza alla squadra di Igor Tudor con una giornata d'anticipo.

Assist e qualità contro la Spal

L'Udinese era chiamata a ottenere i tre punti contro la Spal per non rischiare di farsi scavalcare dalle rivali per la salvezza, tre punti che sono arrivati dopo una gara dai due volti, che ha visto i bianconeri impauriti nel finale e con il concreto rischio di pareggiare la gara.

Dopo 35 minuti l'Udinese era avanti con un sonoro 3-0, grazie alle reti di Samir e alla doppietta del redivivo Okaka, un risultato che lasciava presagire a un match tutto sommato leggero per i friulani. Sola apparenza, poiché la Spal si è rifatta sotto fino al 3-2 al minuto 59', risultato che è rimasto immutato fino al fischio finale.

Contro la squadra di Semplici nonostante le zero reti, ha brillato la stella del sempre più convincente Rodrigo De Paul, capace di spaccare in due il match con tre assist decisivi, che hanno permesso a Tudor di respirare e tirare un sospiro di sollievo.

Proprio il tecnico croato ha voluto elogiare pubblicamente il suo calciatore con parole al miele: "E' cresciuto moltissimo ed è pronto per il grande salto. Ha acquisito la mentalità giusta e la statistica dice che ha conquistato metà punti dell'Udinese. Anche se sarà difficile sostituirlo, in passato la società ha dimostrato di saper trovare 'nuovi De Paul'".

Le richieste non mancano, visto che Inter, Milan e Napoli sarebbero pronte a darsi battaglia nel mercato estivo, per accaparrarsi uno dei calciatori più talentuosi del campionato italiano.

Il cammino di De Paul in campionato

Nel campionato sofferto dell'Udinese, a fare la differenza è stato senza ombra di dubbio De Paul, sia per le sue giocate sopraffine, che per le reti decisive in campionato.

A una giornata dal termine del campionato, Rodrigo ha collezionato 36 presenze e ha timbrato il cartellino in ben 9 occasioni, numeri che la dicono lunga su quanto sia fondamentale per la sua squadra.

A Udine l'ex Racing Club sta bene, anche se sarà quasi impossibile trattenerlo, visto che i Pozzo vendendolo incasserebbero un'ottima cifra e lo stesso calciatore farebbe il grande salto in una big.

In estate il mercato sarà veramente molto caldo e come in ogni stagione l'Udinese sarà tra le protagoniste, in quanto da diversi anni riesce a trovare talenti a cifre basse per poi rivenderli a cifre esorbitanti e molto convenienti per le casse future della società.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!