Inter-Manchester di sabato 20 luglio alle 13,30 (diretta tv su Sportitalia) è la seconda amichevole estiva dei nerazzurri di Antonio Conte.

Dopo aver battuto il Lugano 2-1 grazie ai gol di Sensi e Brozovic, il prossimo sarà il primo vero test probante della stagione. Il neo allenatore si aspetta miglioramenti dopo un ritiro svizzero ricco di fatica e lavoro tattico, e una prima sgambata in cui ha brillato soprattutto il centrocampo.

Un occhio di riguardo lo avranno gli esterni che nello schema dell’ex Commissario Tecnico azzurro devono dare spinta ed equilibrio a tutta la squadra. Così l’attenzione sarà focalizzata soprattutto su Perisic e Lazaro, il primo sta cercando di imparare il nuovo ruolo, il secondo deve colmare qualche lacuna dovuta anche all’età ma è considerato un possibile titolare quando inizierà la stagione.

Inter, riflettori su Perisic contro il Manchester United

Inter-Manchester United sarà così il primo vero banco di prova di Ivan Perisic come quinto centrocampista di sinistra.

Contro il Lugano il croato è stato forse il migliore in campo creando assist per i compagni ed essendo un continuo riferimento per la squadra. La fase offensiva non è mai stata un problema, l'esame di Singapore sarà il primo sulla parte difensiva dei compiti dell’esterno. Perisic ha sempre fatto l’ala nella sua carriera curando poco quello che succedeva dietro le sue spalle ma ora Conte gli chiede di coprire tutta la corsia esterna.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Inter

Una sfida che il vice campione del mondo ha preso sul serio, con entusiasmo e potrebbe essere stata propria la nuova “vita” ad averlo convinto alla fine a restare a Milano. Lo staff nerazzurro sta lavorando molto sui movimenti difensivi della stella croata, e molto ci sarà da fare ma con la giusta abnegazione la trasformazione potrebbe non essere un problema. E se qualcosa dovesse andare storto? Nessun problema, l’Inter accoglierà presto Asamoah (il 28 luglio tornerà dopo le fatiche con la sua Nazionale), che per caratteristiche è sicuramente più portato a svolgere il compito tattico dell’esterno a tutto campo.

La sensazione è che i due possano formare una coppia intercambiabile a seconda della partita, da affrontare in maniera più offensiva o meno, e anche durante la gara. Se Perisic riuscirà a migliorare in fase difensiva la fascia sinistra dell’Inter potrà sicuramente essere un grosso punto di forza della prossima stagione.

Lazaro scalda i motori per prendersi l’Inter

I riflettori durante Inter-Manchester United saranno puntati anche sull’altra parte del campo.

A destra dovrebbe partire titolare, proprio come con il Lugano, Candreva. L’ex Lazio il ruolo lo sa già interpretare perché lo ha svolto in Nazionale proprio con Conte in panchina. I nerazzurri però, per coprire la fascia, hanno investito durante l’estate ventuno milioni di euro per Valentino Lazaro e si aspettano che sarà proprio l’austriaco il pendolino destro quando inizierà la stagione. Il 23enne sta iniziando a conoscere la sua nuova realtà ma già nella prima uscita stagionale ha fatto vedere buone cose.

Gli spunti offensivi, la capacità di corsa e i dribbling sono il suo punto di forza ma come per Perisic bisognerà migliorare in fase difensiva. Conte lo sta tenendo al coperto, sa che il lavoro da fare è molto, ma confida che Lazaro possa davvero essere il titolare a destra del suo centrocampo a cinque. Con Lazaro in rampa di lancio e Candreva comunque affidabile, i nerazzurri in rosa sarebbero coperti anche da D’Ambrosio. Insomma nessuna paura, così come a sinistra, anche a destra i nerazzurri non avranno solo problemi di abbondanza.

Inter-Manchester United si avvicina e se le attenzioni di tutti saranno puntate su Lukaku (è possibile che ci sia proprio sabato un incontro tra i club per il belga), Conte avrà gli occhi ben fissi sul campo e metterà nel mirino soprattutto Ivan Perisic e Valentino Lazaro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto