Questa estate, la Juventus ha deciso di iniziare un nuovo ciclo con un nuovo allenatore. I bianconeri dopo cinque anni si sono separati da Massimiliano Allegri e hanno scelto di affidare la squadra a Maurizio Sarri. In questi primi mesi, il tecnico ex Chelsea ha già dato la sua impronta alla Vecchia Signora è il gioco sta migliorando di partita in partita. Domenica scorsa, contro l'Inter la Juve ha fatto vedere sprazzi di 'Sarrismo' e l'azione del secondo gol dei bianconeri a San Siro è arrivato dopo 24 passaggi a testimonianza del fatto che i giocatori stanno assimilando sempre di più i dettami del loro allenatore.

In molti addetti ai lavori, in questi giorni, hanno commentato le prestazioni della squadra di Sarri. In particolare, Alberto Zaccheroni ha parlato, ai microfoni di TMW Radio, proprio del potenziale della Juve: "Se la Juve che ho visto io è al 70%, possono essere contenti, perché si può arrivare a livelli stratosferici".

Zaccheroni parla del gioco della Juve

La Juventus, in questo inizio di stagione, ha messo in mostra molte delle sue qualità e soprattutto si è vista un'inversione di tendenza dal punto del gioco.

Alberto Zaccheroni, ex tecnico bianconero, ha commentato proprio l'avvio di stagione della squadra di Maurizio Sarri: "Ha un organico esageratamente qualitativo la Juventus", ha dichiarato Zaccheroni che poi ha sottolineato come l'allenatore toscano proprio grazie all'ampiezza della sua rosa può attuare diversi cambi: "Sarri riesce a cambiare la formazione a seconda della partita". L'allenatore ex Milan ha anche sottolineato che la Juve ha cercato di colpire l'Inter a campo aperto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

Inoltre, Zaccheroni ha spiegato che nella partita di San Siro i bianconeri hanno giocato con grande intensità: "Ha giocato per la prima volta con grande intensità per tutta la partita".

Intanto la società pensa ad alcuni rinnovi

Alberto Zaccheroni ex tecnico della Juve vede un futuro roseo per la Juve e ha sottolineato che se la squadra di Maurizio Sarri fosse al 70% significherebbe che potrebbe fare cose stratosferiche.

Due dei grandi protagonisti di questo inizio di stagione dei bianconeri sono stati Juan Cuadrado e Blaise Matuidi. I due giocatori vanno a scadenza nel 2020 ed è possibile che Fabio Paratici possa presto intavolare delle trattative per il loro rinnovo di contratto. Non è da escludere che la dirigenza della Juve possa parlare anche della situazione di Wojciech Szczesny. Il numero 1 juventino ha il contratto in scadenza nel 2021 ma visto che ricopre un ruolo così importante è possibile che si parli della sua posizione contrattuale.

Perciò, nei prossimi mesi, andranno monitorare le situazioni di Cuadrado, Matuidi e dello stesso Szczesny.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto