Cagliari-Fiorentina è una delle partite più interessanti del prossimo turno in Serie A. Si giocherà domenica 10 novembre alle 12:30 e sarà un test molto importante per le ambizioni delle due squadre. La formazione di Montella è attualmente ottava in campionato ed è reduce dal pareggio contro il Parma per 1-1. Serve il bottino pieno per non vedere scappare il treno che porta all’Europa ad oggi distante cinque punti.

Di fronte si troverà la più bella rivelazione della stagione del calcio italiano. Il Cagliari è quarto in classifica con 21 punti, tanti quanti le più quotate Atalanta e Lazio e ad un solo punto dalla Roma. La squadra di Maran non conosce il significato della parola sconfitta ormai da due mesi. L’ultimo ko risale infatti al primo settembre in casa contro l’Inter. Per il resto solo pareggi, tre, e vittorie, sette, di cui le ultime due in fila contro il Bologna e contro l’Atalanta a Bergamo.

Cagliari-Fiorentina: Montella ancora senza Caceres

In vista di Cagliari-Fiorentina non ci saranno grosse novità per quello che riguarda l’infermeria viola. Sono infatti pochissime, praticamente zero, le possibilità di vedere in campo Martin Caceres. Il difensore è stato colpito da una lesione di primo grado al bicipite femorale durante il match con la Lazio. Ha già saltato Sassuolo e Parma e tutto fa pensare che non ci sarà nemmeno nel match con i sardi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Fiorentina

Possibile che rientri così dopo la sosta per la difficile trasferta di Verona. Nessuno vuole rischiare niente, anzi la sensazione è che Caceres non partirà nemmeno per rispondere alla convocazione della sua Nazionale. Montella nelle scorse settimane ha sostituito il sudamericano con Venuti ed è probabile che sia ancora lui il titolare designato.

Per un difensore che mancherà, un altro che tornerà a disposizione.

German Pezzella, colonna centrale del terzetto viola davanti a Dragowski, ha scontato la squalifica e tornerà a disposizione. Impossibile pensare che Montella faccia a meno di lui per fronteggiare Simeone e compagni. Anzi il suo rientro servirà a blindare un reparto che subisce gol da tre partite consecutive. Insieme all’argentino e, come detto, probabilmente a Venuti, ci sarà anche quel Milenkovic in continua crescita e spesso decisivo anche in zona gol.

Novità video - Castrovilli si è preso la Fiorentina: ora vuole la Nazionale
Clicca per vedere

Ribery squalificato, la Fiorentina cerca soluzioni offensive

Il secondo grande assente per la Fiorentina sarà Frank Ribery. Il finale caldissimo dopo la sconfitta con la Lazio gli è costato tre giornate di squalifica. Due le ha scontate, adesso tocca alla terza, poi lo stop forzato finirà e il francese tornerà a disposizione contro il Verona dopo la sosta. Il suo rientro è atteso come l’acqua nel deserto visto che l’attacco viola sta facendo molta fatica in questa stagione.

Che sia tridente o coppia leggera, gli avanti non segnano e i numeri sono lì a dimostrarlo. Al momento i capocannonieri della squadra sono il difensore Milenkovic e i centrocampisti Castrovilli e Pulgar, tutti a quota 3 gol segnati. Ribery e Chiesa hanno infilato la palla in rete due volte, Boateng una al pari di Pezzella.

Senza Ribery, Montella dovrà cercare nuove soluzioni offensive e magari puntare su chi ha giocato meno per provare a pescare il jolly.

Così vicino all’inamovibile Chiesa c’è ancora un posto disponibile e una settimana quasi piena per conquistarlo. Boateng è il favorito ma attenzione ai giovani Vlahovic e Pedro che hanno una gran voglia di emergere e di segnare il primo gol in stagione. Cagliari-Fiorentina sarà già quasi decisiva per i viola che se vogliono continuare la rincorsa all’Europa devono fermare la macchina dei sardi quasi perfetta negli ultimi due mesi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto