Napoli-Genoa è già uno snodo importante per il Grifone. Serve un’impresa per risollevare una classifica che ad oggi vede i rossoblu penultimi con soli 8 punti. L’arrivo di Thiago Motta sulla panchina è stato salutato dal successo con il Brescia a cui però sono seguite le sconfitte con Juventus e Udinese. Insomma il brasiliano ancora non è riuscito a dare il cambio di marcia e di sicuro il calendario non lo aiuterà.

La prossima gara, infatti, sarà al San Paolo contro un Napoli che schiuma rabbia ed è attorniato dalle polemiche.

Gli azzurri sono un cliente molto difficile già in condizioni normali, ora poi con tre gare senza successo (2 pareggi e una sconfitta) devono assolutamente vincere per non uscire dalle posizioni di testa in classifica. Servirà un’impresa ai genovesi che però dovranno tentarla con tante defezioni decisamente importanti in quasi tutti i settori.

Napoli-Genoa: Thiago Motta senza Kouamé

Napoli-Genoa non avrà uno dei protagonisti più attesi in casa rossoblu: Christian Kouamé. In dieci gare di campionato l’attaccante ha messo a segno cinque reti, già una in più della passata stagione. È lui il riferimento offensivo del Grifone che va a caccia della salvezza ma, come detto, al San Paolo non ci sarà. Il giocatore ha infatti risposta alla chiamata della sua Nazionale, la Costa D’Avorio, per partecipare alla Coppa d’Africa Under 23.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
SSC Napoli Genoa

Un evento che durerà due settimane e che mette in palio i posti per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Così Kouamé salterà il Napoli e tornerà proprio a ridosso del fondamentale match con la Spal dopo la sosta.

Si apre ora la caccia al sostituto che, si spera, non farà rimpiangere il forte attaccante. Thiago Motta è un allenatore eclettico che ha scelto domenica scorsa il tridente offensivo alle spalle dell’unica punta ma potrebbe anche tornare sui suoi passi e fare di nuovo affidamento su un tandem, magari sostenuto da un trequartista.

Se questa dovesse essere la scelta del tecnico le soluzioni non mancherebbero. Pinamonti dovrebbe essere titolare; Favilli, che ha risolto gli ennesimi problemi fisici, Pandev e Sanabria si giocherebbero l’altro posto. Nessuno di loro sarebbe adatto ad un tridente offensivo, se non come centravanti, e quindi in caso venisse scelta questa di opzione salirebbero e non poco le quotazioni di Gumus, schierato a destra, con Pandev dall’altra parte.

Novità video - Juventus-Genoa, le scelte di Sarri
Clicca per vedere

Criscito out, Romero rischia: il Genoa ha la difesa a pezzi

I problemi del Genoa in vista del match contro il Napoli non riguarderanno però solo l’attacco. Anche in difesa Thiago Motta rischia di dover fare la rivoluzione. Sicuro assente sarà Mimmo Criscito ancora alle prese con la lesione di secondo grado al muscolo della coscia sinistra. Il mancino è fermo da inizio ottobre, ha già saltato Parma, Brescia, Juventus e Udinese e non riuscirà a recuperare.

La sosta per lui sarà fondamentale, il Genoa lo dovrebbe infatti riavere a disposizione contro la Spal il 25 novembre.

Il problema per Thiago Motta è che anche Romero al momento sembra a rischio per la trasferta di Napoli. L’argentino si è fermato a venti minuti dalla fine nel match di domenica con l’Udinese accusando alcuni fastidi muscolari. La speranza è che sia uscito dal campo in tempo per evitare problemi grossi ma solo gli esami clinici delle prossime ore scioglieranno le riserve.

Se dovesse esserci sarà titolare altrimenti a contendersi il suo posto saranno El Yamiq e Goldaniga. Tra tante cattive notizie ce ne è una che fa però sorridere tutto l’ambiente rossoblu. Intorno a metà novembre dovrebbe tornare a disposizione Stefano Sturaro che sta terminando le operazioni di recupero dall’operazione ai legamenti del ginocchio. Non ci sarà per Napoli-Genoa ma sarà una carta “pesante” in più da giocarsi nella corsa verso la salvezza.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto